le notizie che fanno testo, dal 2010

Vaccini: su obbligo Lorenzin ha approccio dirigista e statalista. Moige chiede confronto

Il Moige si dice preoccupato del nuovo Piano vaccinale, e chiede al ministro della Salute Beatrice Lorenzin di abbandonare l'approccio dirigista e statalista per favorire un più ampio confronto con le parti, famiglie in primis.

Prima ancora che si parlasse di rendere obbligatorie tutte le vaccinazioni per l'accesso a scuola, il Moige criticava il nuovo Piano vaccini presentato alla conferenza Stato - Regioni perché "elaborato senza nessun ascolto delle famiglie, le quali insieme ai pediatri, dovrebbero rappresentare le colonne di strategia efficace per la prevenzione vaccinale".

Il Movimento italiano genitori chiede quindi al ministro della Salute Beatrice Lorenzin di aprire un tavolo di confronto perché "spiace l'approccio 'dirigista e statalista' del Ministero, che nonostante il fallimento delle politiche vaccinali degli ultimi anni, non comprende che le politiche vaccinali vanno ripensate, con le famiglie alla luce di nuovi contesti sociali e culturali, facendo riferimento alla maggiore necessità informativa dei genitori".

Il Moige ricorda infatti che "il problema della scarsa copertura non si risolve con le illiberali 'coercizioni di uno Stato sanitario', né con la censura di chi attua scelte sanitarie differenti, ma piuttosto con il confronto aperto con le famiglie che devono decidere liberamente su come, dove e quando compiere le vaccinazioni, che rimangono un atto sanitario libero".

"La libertà di scelta divenga il primo punto da tenere presente per una efficace strategia vaccinale, unita ad una corretta informazione che comunichi correttamente le opportunità ed i rischi dell'atto vaccinale. - viene quindi chiesto - Occorre altresi lasciare al genitore la libertà di decidere all'interno delle opportunità di prevenzione, comunicando sia il rischio della malattia, sia i dati epidemiologici che giustificano l'atto vaccinale".

Il Moige è sicuro infatti che "la sfida alle politiche vaccinali si possa vincere solo con il coinvolgimento attivo e centrale delle famiglie, che liberamente informate dalla rete dei pediatri e degli igienisti, possano comprendere i vantaggi dell'atto vaccinale".

© riproduzione riservata | online: | update: 30/01/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Vaccini: su obbligo Lorenzin ha approccio dirigista e statalista. Moige chiede confronto
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI