le notizie che fanno testo, dal 2010

Florida, espulso da scuola ex studente spara contro compagni, 17 morti

Strage in un liceo di Parklandm in Florida. Un ragazzo di 19 anni ha aperto il fuoco contro i suoi ex compagni. Il giovane era stato espulso da scuola per problemi disciplinari.

E' di almeno 17 morti il bilancio delle vittime cadute sotto i colpi di Nikolas Cruz, 19 anni, ex studente del liceo dove è avvenuta la tragedia, la Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, a circa 70 chilometri a nord di Miami in Florida.
L'autore della strage, che ieri ha aperto il fuoco contro i suoi ex compagni armato con un fucile semiautomatico leggero Ar-15, era stato espulso poco tempo fa per problemi disciplinari.
Sembra che Cruz sia stato allontanato dal liceo proprio perché aveva mostrato delle armi ad altri studenti, nonché sui social network.
Lo sceriffo della contea ha spiegato che dodici persone sono state uccise all'interno della scuola e tre all'esterno del fabbricato mentre due sono decedute in ospedale.
Per compiere la strage Nikolas Cruz aveva azionato l'allarme antincendio e quando gli studenti sono cominciati ad uscire dall'atrio della scuola ha aperto il fuoco.
L'attentatore è stato preso dopo la sparatoria: addosso aveva, oltre all'arma, numerose munizioni di riserva ed alcune granate fumogene.
In 45 giorni dall'inizio del 2018 si tratta della 18esima sparatoria in una scuola, o nei pressi di una scuola, come riferisce il gruppo contro la libera circolazione delle armi Everytown for Gun Safety. Il conto include anche dei suicidi o incidenti senza feriti.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/02/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Florida, espulso da scuola ex studente spara contro compagni, 17 morti
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI