le notizie che fanno testo, dal 2010

Coma: software misura stato di coscienza con interfaccia cervello-computer

Un software made in Italy in via di sviluppo a Torino potrebbe nel prossimo futuro misurare la presenza di uno stato di coscienza in pazienti in stato vegetativo o in coma.

Un software made in Italy potrebbe nel prossimo futuro stabilire con certezza la presenza di uno stato di coscienza in pazienti in stato vegetativo o comatoso. e forse potrebbe anche salvare la vita a bambini come Alfie Evans.
Alla base del progetto, coordinato dal Centro Puzzle di Torino, lo sviluppo di una interfaccia cervello-computer in grado di rilevare i movimenti del paziente e stabilire se sono intenzionali o solo dei riflessi.
In questa maniera, i familiari del paziente in coma o in stato vegetativo avranno una maggiore sicurezza riguardo al fatto che il cervello non ha smesso di funzionare.

L'algoritmo alla base dell'interfaccia neurale analizzerà specifici parametri elettrofisiologici (Elettroencefalografia, EEG) ed elettromiografici (Elettromiografia, EMG).
Tra gli obiettivi dei ricercatori anche quello di sviluppare un protocollo per permettere al personale medico di interagire con il paziente. Ciò aumenterebbe la qualità di vita della persona in stato comatoso ma soprattutto si avrebbe maggiore certezza sulle terapie neuro-riabilitative che si applicano.

Il software è stato cofinanziato dalla Fondazione Cassa Risparmio di Torino ed ideato dal dott. Vito De Feo, in collaborazione con il Neural Computation Laboratory dell'Istituto Italiano di Tecnologia a Rovereto, con il Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino e con il Dipartimento di Psicologia dell'Università di Torino. La sperimentazione sarebbe già partita presso il Centro Puzzle, che assiste pazienti cerebrolesi gravi.

© riproduzione riservata | online: | update: 18/04/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Coma: software misura stato di coscienza con interfaccia cervello-computer
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI