le notizie che fanno testo, dal 2010

Cassazione: se commemorativo saluto romano è manifestazione del pensiero

La Cassazione ha assolto due manifestanti di CasaPound stabilendo che il saluto romano non è reato se ha intento commemorativo perché equivale ad una libera "manifestazione del pensiero".

La Cassazione ha deciso. Il saluto romano non è reato se ha intento commemorativo e non violento, perché in questo senso è giusto considerarlo una libera "manifestazione del pensiero" e non un attentato concreto alla tenuta dell'ordine democratico.

Assolti quindi due manifestanti di CasaPound, che durante una commemorazione in onore di tre militanti morti organizzata a Milano nel 2014 da esponenti di Fratelli d'Italia, rispondendo alla "chiamata del presente" avevano alzato il braccio destro facendo il saluto fascista.
I giudici della Cassazione hanno respinto il ricorso del pg di Milano, confermando invece le decisioni del gup e della Corte d'appello di Milano.

Nella sentenza si precisa infatti che la legge non punisce "tutte le manifestazioni usuali del disciolto partito fascista, ma solo quelle che possono determinare il pericolo di ricostituzione di organizzazioni fasciste" nonché i gesti e le espressioni "idonei a provocare adesioni e consensi".
I giudici hanno inoltre sottolineato come la manifestazione, oltretutto autorizzata dalla questura, non aveva "alcun intento restaurativo del regime fascista" né tantomeno poteva indurre "sentimenti nostalgici in cui ravvisare un serio pericolo di riorganizzazione del partito fascista".

© riproduzione riservata | online: | update: 20/02/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Cassazione: se commemorativo saluto romano è manifestazione del pensiero
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI