le notizie che fanno testo, dal 2010

Social network: multa da 10mila euro a genitori che postano foto dei figli

Se un genitore posta sui social network, da Facebook a WhatsApp, foto, video e commenti sui figli compie un illecito e rischia, oltre a dover rimuovere tutto, una multa fino a 10mila euro. La sentenza del Tribunale di Roma crea un precedente unico in Italia.

I genitori sono (ulteriormente) avvertiti: i figli, anche se piccoli, hanno dei propri diritti e li possono rivendicare. In questo caso davanti al Tribunale di Roma, a cui si è rivolto un ragazzo di 16 anni stanco del fatto che la madre pubblicava commenti sulla sua vita con a corredo tanto di foto sui social network.
In una ordinanza del 23 dicembre 2017, i giudici hanno dato ragione al minore e alla madre è stata "inibita la diffusione in social network, comunque denominati, e nei mass media delle immagini, delle informazioni e di ogni dato relativo al figlio e si dispone che provveda entro il 1 febbraio 2018, alla rimozione di immagini, informazioni, dati relativi al figlio dalla stessa inseriti su social network" come si legge nella sentenza.

Il tribunale ha inoltre decretato che non solo la donna deve rimuovere ogni foto o video postato sul figlio ma che dovrà pagare allo stesso "la cifra di 10mila euro come sanzione" se continuerà a ripetere tale comportamento.
I giudici hanno difatti ricordato che in base all'articolo 96 della legge sul diritto d'autore il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio senza il suo consenso, salve eccezioni. E tra queste non c'è ovviamente quella di aver messo al mondo un figlio.
Inoltre, il tribunale cita l'articolo 16 della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia che tutela la vita privata del minore.

Questa sentenza crea un precedente unico in Italia ma esistono già diverse disposizioni che stabiliscono per esempio come un genitore non possa interferire nella vita del figlio postando notizie e contenuti che consentano l'identificazione, anche indiretta, di un minore.
Oltre a violare la legge e la privacy, i genitori che pubblicano sui social, da Facebook a WhatsApp passando per Instagram, foto e video dei figli rischiano inoltre di divenire la "fonte involontaria" della diffusione della pedopornografia su internet.

© riproduzione riservata | online: | update: 08/01/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Social network: multa da 10mila euro a genitori che postano foto dei figli
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI