le notizie che fanno testo, dal 2010

UE: stop a movimenti secondari migranti, mettono in pericolo il Sistema

Nella bozza delle conclusioni del vertice UE sui migranti approvato il fondo per la Turchia. Si chiedono poi leggi contro i movimenti secondari

Comincia a circolare in queste ore la nuova bozza delle conclusioni del vertice UE di fine giugno. In base a quanto riporta l'Ansa che è riuscita a leggere la bozza, il "Consiglio europeo dà il benvenuto all'accordo raggiunto per il finanziamento" della seconda tranche da tre miliardi "per i profughi accolti dalla Turchia" ed per il "Fondo fiduciario per l'Africa".
E' stata in particolare l'Italia a chiedere alla Commissione europea di mettere a bilancio risorse sufficienti per il Fondo fiduciario per l'Africa. Al contrario, il nostro Paese aveva posto la riserva sul rifinanziamento dell'accordo UE-Turchia.

Nella bozza si legge inoltre che il Consiglio europeo chiede all'Austria, che guiderà per i prossimi sei mesi la presidenza dell'UE, di lavorare per trovare un accordo votato all'unanimità sul superamento del Regolamento di Dublino. Intesa che dovrebbe basarsi "su un equilibrio tra responsabilità e solidarietà".

"Per quanto riguarda la rotta del Mediterraneo centrale gli sforzi per fermare i trafficanti che operano dalla Libia o da altri luoghi devono essere intensificati" viene infine sottolineato, sempre come riporta l'Ansa in anteprima.
L'UE assicura infatti che "continuerà ad essere al fianco dell'Italia e degli altri Paesi in prima linea" e per questo chiederà alla "Guardia costiera libica, alle comunità costiere e meridionali, così come la cooperazione con gli altri Paesi di origine e transito" di rafforzare i loro rispettivi sostegni alla causa.

Poi una parentesi sul business dei trafficanti. Il Consiglio europeo chiede che i Paesi si adoperino per "eliminare l'incentivo ad imbarcarsi". "Questo richiede un nuovo approccio agli sbarchi di quanti sono soccorsi nei salvataggi". L'UE si dice quindi favorevole a sostenere "lo sviluppo del concetto di piattaforme di sbarco regionali (hotspot?, ndr), in stretta collaborazione con i Paesi terzi, così come Unhcr e Oim".

Infine, nella bozza il Consiglio europeo sottolinea come "i movimenti secondari dei richiedenti asilo tra Stati membri rischiano di mettere in pericolo l'integrità del Sistema comune europeo d'asilo e quello di Schengen". Per questo motivo, l'Europa esorta gli Stati membri a "prevedere tutte le misure legislative e amministrative necessarie per contrastare tali movimenti, e cooperare gli uni con gli altri a questo fine".

© riproduzione riservata | online: | update: 25/06/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
UE: stop a movimenti secondari migranti, mettono in pericolo il Sistema
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI