le notizie che fanno testo, dal 2010

Migranti: risultati Gentiloni? Francia e Spagna chiudono porti e Austria schiera esercito

"L'iniziativa italiana ha prodotto dei primi risultati" aveva assicurato Paolo Gentiloni. Ed infatti, sul tema gestione migranti, Francia e Spagna annunciano che chiuderanno i loro porti agli sbarchi mentre l'Austria schiererà l'esercito al confine.

Mentre l'Italia chiedeva all'UE se poteva chiudere i porti alle navi Ong straniere per impedire lo sbarco dei migranti recuperati nel Mediterraneo, Francia e Spagna lo fanno. A dispetto della grande collaborazione che Paolo Gentiloni ha assicurato di avere in sede europea, tanto che il premier aveva dichiarato che "l'iniziativa italiana ha prodotto dei primi risultati", a quanto pare molti degli altri Stati membri continuano a non volerne sapere di accogliere migliaia e migliaia di migranti.

Emmanuel Macron chiarisce che la Francia non abbandonerà "l'indispensabile mantenimento delle nostre frontiere", precisando che se da una parte "bisogna condurre in maniera coordinata in Europa un'azione efficace e umana che ci permetta di accogliere i rifugiati politici che corrono un rischio reale perché fa parte dei nostri valori" dall'altra non bisogna "confonderli con i migranti economici". Oltre alla Francia, a dirsi contraria all'idea di permettere lo sbarco dei migranti nei suoi porti è inoltre la Spagna.

Lo sarebbe anche l'Austria se avesse sbocchi sul mare, ed infatti comincia ad organizzare i respingimenti. "Molto presto saranno attivati controlli alle frontiere e ci sarà bisogno di un dispiegamento dell'esercito ai confini, indispensabile se l'afflusso di migranti dall'Italia non diminuisce", annuncia il ministro della Difesa austriaco Hans Peter Doskozil.

Flusso che non cesserà nei prossimi mesi a venire, se dall'incontro informale dei ministri dell'Interno UE a Tallin non verranno adottate misure serie di contrasto. L'ONU ha infatti precisato: "Le indicazioni di cui disponiamo non denotano un rallentamento degli arrivi in Libia, il che significa che un più ampio numero di persone potrebbe continuare a provare di lasciare il paese tramite la rotta del Mediterraneo centrale". Dall'inizio del 2017 in Italia sono sbarcati già 84.830 migranti, con un aumento del 19% rispetto all'anno scorso.

© riproduzione riservata | online: | update: 04/07/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Migranti: risultati Gentiloni? Francia e Spagna chiudono porti e Austria schiera esercito
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI