le notizie che fanno testo, dal 2010

Migranti, giallo sulla nave "pirata" Lifeline. Aereo Frontex la intercetta

E' giallo sulla nave pirata Lifeline. Per l'Italia batte illegalmente bandiera olandese, ma la Ong tira fuori un documento che prova il contrario

Prosegue il duro scontro tra l'esecutivo e la nave Lifeline. Ieri la Ong chiedeva un porto sicuro dove poter attraccare dopo aver soccorso centinaia di migranti al largo della Libia. "Stanno agendo in acque libiche fuori da ogni regola, fuori dal diritto internazionale" aveva tuonato il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli.
Poi l'esponente del MoVimento 5 Stelle aveva annunciato: "Nonostante siamo in mare libico ci assumiamo noi la responsabilità di portarli sulle navi della nostra Guardia costiera, la porteremo in Italia dove dovrà fermarsi perchè la sequestreremo: - affermando - è una nave apolide che non può navigare in acque internazionali".

"La nave ong Lifeline batte illegittimamente bandiera olandese, visto che non è registrata in quel Paese. - dichiara ancora Toninelli - Di fatto è una nave apolide che non dovrebbe e non potrebbe navigare in acque internazionali. Potrebbe essere considerata una nave pirata".
"Se arrivano in Italia gli sequestriamo la nave e processiamo l'equipaggio per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Navi fantasma nei porti italiani non le voglio" aveva tuonato anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

In effetti su Twitter la rappresentanza dei Paesi Bassi presso l'UE aveva precisato: "Seefuchs e Lifeline non viaggiano con bandiera olandese, secondo la Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (Unclos). - aggiungendo - Queste navi appartengono a Ong tedesche e non sono registrate in Olanda. Pertanto l'Olanda non può dare istruzioni a queste imbarcazioni. L'Italia è a conoscenza della posizione olandese".

Ieri sera però la Lifeline, sempre via Twitter, pubblica la foto di un documento che dimostrerebbe come la nave batta in realtà proprio "bandiera olandese". Nel documento Amsterdam viene indicato come il porto "di casa". Figura inoltre il 19 settembre 2017 quale data di registrazione, con scadenza il 19 settembre 2019. Infine, la Ong ribadisce che l'intervento per il recupero dei migranti è avvenuto in acque internazionali.

Nonostante questo, Matteo Salvini ancora questa mattina scriveva su Facebook: "La nave fuorilegge Lifeline è ora in acque di Malta, col suo carico di 239 immigrati. Per sicurezza di equipaggio e passeggeri abbiamo chiesto che Malta apra i porti. Chiaro che poi quella nave dovrà essere sequestrata, ed il suo equipaggio fermato. Mai più in mare a trafficare".

Anche Danilo Toninelli insiste nel dire che "la nave Ong Lifeline continua a navigare con il suo carico di migranti in condizioni di illegalità, secondo quanto ci riferisce ufficialmente il governo olandese. - aggiungendo - È entrata in acque maltesi e, ora, La Valletta non può girarsi dall'altra parte". Poi il ministro dei Trasporti annuncia: "Inoltre, grazie alle nostre pressioni, l'Europa ha finalmente battuto un colpo: un aereo di Frontex ha intercettato l'imbarcazione".

Pronta arriva però la replica di Malta. "Malgrado la retorica di Salvini, né la Lifeline né il coordinamento di Roma hanno trasmesso a Malta una richiesta formale di accogliere la nave" si precisa da La Valletta, come riferisce Malta Today.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/06/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Migranti, giallo sulla nave "pirata" Lifeline. Aereo Frontex la intercetta
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI