le notizie che fanno testo, dal 2010

Abolizione superticket in legge bilancio 2018: 35mila firme a Grasso

Cittadinanzattiva ed il Tribunale per i diritti del malato consegnano al Presidente del Senato 35mila firme a supporto dell'abolizione del superticket.

"Abbiamo ufficialmente chiesto al Senato di sancire nella legge di bilancio 2018 l'abrogazione del superticket sulla ricetta, consegnando al Presidente Pietro Grasso le 35 mila firme raccolte dai nostri attivisti in pochissimi mesi, ai quali va tutto il nostro ringraziamento" annuncia in una nota Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, dopo l'audizione del 7 novembre in Commissione Igiene e Sanità del Senato.

"Il superticket è una vera e propria tassa sulla salute che pesa sui redditi familiari, un ostacolo per i cittadini nell'accesso alle prestazioni sanitarie appropriate, un fattore che contribuisce al fenomeno della rinuncia alle cure, oltre ad essere una misura che incide negativamente sulle casse del SSN. Una tassa ingiusta, così è vissuta dai 35mila cittadini che hanno firmato la nostra petizione e da moltissimi altri", spiega infatti Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

L'associazione sottolinea che è la stessa Agenas a certificare una diminuzione percentuale del 9,4% delle entrate generali da ticket nel periodo 2012-2015, a sottolineare che "si registra la riduzione dovuta alla convenienza di ricorrere alla prestazione in forma privata rispetto alla erogazione pubblica specie per le prestazioni a bassa tariffa".
"Anche la Corte dei Conti nel Rapporto 2017 sul Rendiconto Generale dello Stato 2016 - si precisa - ha lanciato un monito sullo squilibrio che esiste all'interno del SSN per i valori troppo elevati della compartecipazione che generano uno spostamento dell'utenza dalla sanità pubblica a quella privata".

"Ora quello chiediamo è coerenza tra quanto pubblicamente detto dai vari schieramenti politici e ciò che gli stessi schieramenti faranno in pratica nell'iter di approvazione della legge di bilancio. In altre parole passare dalle dichiarazioni ai fatti: abrogare ora il superticket" esorta Aceti, ricordando che si sono espressi contro questa "tassa" diversi esponenti di PD, MDP e M5S.

"Consideriamo la legge di bilancio inversamente proporzionale alle necessità e aspettative dei cittadini. - sottolinea ancora Aceti - E' una legge che non parla di sanità, e così fa sue tutte quelle misure pericolose di riduzione del finanziamento che sono intercorse negli ultimi anni, compreso il 2017". "E' necessario garantire coerenza tra le misure della legge di bilancio, i bisogni dei cittadini e gli impegni già presi da Governo, Regioni e i diversi schieramenti politici. Alla Commissione Sanità del Senato abbiamo chiesto che il FSN 2018 si attesti a 114,5 miliardi al fine di garantire l'abrogazione del superticket sulla ricetta, l'attuazione dei nuovi Lea e il rinnovo dei contratti del personale sanitario pubblico e convenzionato. Richiesto anche di integrare con i rappresentanti delle Organizzazioni di cittadini e pazienti la composizione della Commissione Nazionale per l'aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza e la Promozione dell'Appropriatezza del Servizio Sanitario Nazionale", informa infine Aceti.

© riproduzione riservata | online: | update: 09/11/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Abolizione superticket in legge bilancio 2018: 35mila firme a Grasso
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI