le notizie che fanno testo, dal 2010

M5S: hackerata di nuovo la piattaforma Rousseau. Garante Privacy indaga

Hackerata la piattaforma Rousseau del M5S. Il Garante della Privacy indaga per capire se i problemi sono gli stessi già segnalati in passato

La piattaforma Rousseau utilizzata dal MoVimento 5 Stelle per le votazioni in rete è stata nuovamente "bucata". Su Twitter infatti, tra il 5 e il 6 settembre, l'hacker @R0gue_0 ha annunciato di essersi intrufolato nel dababase della piattaforma. "Grandi notizie e tabelle al mercato di Rousseau - ha cinguettato - la collezione estate 2018 è fuori". L'hacker ha infatti messo in rete, su un sito di filesharing dedicato agli sviluppatori (Privatebin.net), una serie di file e i nomi di alcuni donatori del M5S.

Nonostante l'hackeraggio, questa mattina sono partite regolarmente alcune votazioni, tra cui quella sui tre candidati prescelti per fare parte del collegio dei probiviri. Non è la prima volta che @R0gue_0 vìola il sistema operativo dei pentastellati. Dalla Casaleggio Associati finora nessun commento mentre il Garante della Privacy avrebbe "avviato le prime verifiche, anche al fine di valutare se il data breach sia stato determinato dalle medesime cause riscontrate in passato, già oggetto di un provvedimento dell'Autorità, o se sia dovuto ad altre cause".

© riproduzione riservata | online: | update: 06/09/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
M5S: hackerata di nuovo la piattaforma Rousseau. Garante Privacy indaga
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI