le notizie che fanno testo, dal 2010

Bergamo: per Tar gratta e vinci non sono come slot. Codacons con Giorgio Gori

Il Codacons commenta la decisione del Tar della Lombardia sul gioco d'azzardo.

"La sentenza del Tar della Lombardia che ha accolto il ricorso della Federazione Italiana Tabaccai contro l'ordinanza del sindaco di Bergamo che vietava qualunque genere di gioco d'azzardo in città in determinate fasce orarie, è per il Codacons sbagliata, e non va nella direzione di limitare la piaga sociale della ludopatia" fanno sapere in una nota dall'associazione dei consumatori.

«Invitiamo il sindaco Giorgio Gori a presentare appello contro la decisione del Tar, e siamo pronti ad appoggiarlo al Consiglio di Stato per ottenere il ribaltamento della sentenza - spiega il presidente Carlo Rienzi - E' assurdo che siano i tabaccai a decidere in materia di salute pubblica, e se si vuole davvero tutelare i cittadini e limitare la dipendenza da gioco, che oramai ha raggiunto in Italia livelli inquietanti, è necessario passare per provvedimenti come quello di Bergamo».

«Per tale motivo - prosegue Rienzi - siamo pronti ad appoggiare il Comune e il suo sindaco in qualsiasi iniziativa tesa a salvaguardare i giocatori, e contrasteremo le azioni dei tabaccai perché la salute pubblica è più importante degli interessi economici dei privati».

© riproduzione riservata | online: | update: 08/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Bergamo: per Tar gratta e vinci non sono come slot. Codacons con Giorgio Gori
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI