le notizie che fanno testo, dal 2010

Gasdotto Tap: al via sradicamento primi 200 ulivi. Sit-in al cantiere

Sale la tensione a Melendugno, località Sab Basilio, dove sono in corso le operazioni di sradicamento dei primi 200 uvili (su 2mila) per fare posto al cantiere del gasdotto adriatico Tap (Trans Adriatic Pipeline) che entro il 2020 dovrà portare il gas dell'Azerbaijan all'Europa.

Dopo il via libera dal Consiglio di Stato al gasdotto adriatico Tap (Trans Adriatic Pipeline) che entro il 2020 dovrà portare il gas dell'Azerbaijan all'Europa, respingendo i ricorsi della Regione Puglia e del Comune di Melendugno (Lecce), questa mattina in località Sab Basilio si sono radunati diversi attivisti per protestare contro l'espianto di oltre 200 ulivi, necessario per il proseguimento del cantiere.

Ad organizzare il presidio il Comitato No Tap, ma alla manifestazione hanno partecipato anche diversi studenti accompagnati dai docenti. Il Comitato No Tap, infatti, rimane convinto del fatto che la sentenza del Consiglio di Stato "non influenza la situazione di blocco dell'espianto e spostamento dei (primi) 211 ulivi di San Foca. - aggiungendo - Riguarda vecchie questioni, su cui peraltro riteniamo siano state commesse molte forzature".

Il Comitato spiega infatti che "Tap ha presentato un (nuovo) progetto esecutivo del macrotunnel sotto la campagna, la pineta, la duna, la spiaggia ed il mare di San Basilio, che è in istruttoria per verificare se deve essere sottoposta a nuova verifica di impatto ambientale. Gli ulivi possono continuare a restare nella terra dove sono cresciuti, fino a quando non si chiarirà se questo incredibile macrotunnel può essere realizzato o no!".

Per fare spazio a questo tunnel, infatti, dovranno essere espiantati complessivamente oltre 2.000 ulivi (che secondo il progetto saranno ripiantati) per fare spazio all'area industriale che accoglierà e decomprimerà il gas prima di servirlo nella rete nazionale

L'espianto degli ulivi è stato autorizzato dal Ministero dell'Ambiente con una nota inviata ieri a tarda ora alla Prefettura di Lecce. Sul posto, quindi, agenti in tenuta antisommossa anche se gli attivisti stanno manifestando in maniera pacifica. La polizia ha quindi permesso di forzare il blocco, ed a quanto pare l'espianto degli ulivi sta proseguendo.

© riproduzione riservata | online: | update: 28/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Gasdotto Tap: al via sradicamento primi 200 ulivi. Sit-in al cantiere
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI