le notizie che fanno testo, dal 2010

Skripal: USA e UE (tra cui l'Italia) espellono decine di diplomatici russi

Dopo la Gran Bretagna, anche Stati Uniti e 14 Paesi dell'Unione europea, tra cui l'Italia (che dovrebbe avere un governo solo per gli affari correnti) decidono di espellere decine di diplomatici russi per il caso ex spia russa Sergej Skripal.

L'Europa si accoda agli Stati Uniti e annuncia l'espulsione di decine di diplomatici russi, in risposta al caso dell'ex spia russa Sergej Skripal, avvelenata il 4 marzo scorso con del gas nervino a Salisbury assieme alla figlia.
Dopo i 23 diplomatici russi cacciati dalla Gran Bretagna e gli altrettanti allontanati in risposta dalla Russia, sono gli Stati Uniti ad ordinare l'espulsione di 60 diplomatici russi, nonché la chiusura del consolato di Seattle.

Dei 60 diplomatici espulsi, 12 erano parte della missione russa presso le Nazioni Unite. L'ambasciatrice statunitense all'ONU Nikki Haley ha sostenuto che questi 12 russi hanno "abusato del loro privilegio di residenza" negli Stati Uniti perché si sono "impegnati in attività di spionaggio minacciando la nostra sicurezza nazionale".
Haley ha inoltre aggiunto che i diplomatici russi hanno usato le Nazioni Unite come "un rifugio sicuro per attività pericolose all'interno" dei confini USA.

A stretto giro, anche il Canada ha voluto essere solidale con il Regno Unito per il caso Skripal precisando è che espellerà 4 diplomatici russi.
Non poteva essere da meno l'Unione europea. Sono 14 finora i Paesi membri dell'UE che hanno deciso di espellere i diplomatici russi.
Tra questi, Germania, Francia e Polonia che hanno espulso 4 diplomatici ciascuno, come confermato oggi dai rispettivi ministeri degli Esteri. I Paesi Bassi e la Danimarca hanno allontanato 2 diplomatici ciascuno mentre l'Italia si appresta ad espellerne altrettanti.
La Lituania ne ha mandati via 3, così come la Repubblica Ceca. La Lettonia e la Finlandia, invece, si limiteranno ad allontanare un solo diplomatico russo.
Sono invece 13 i diplomatici russi che saranno cacciati dall'Ucraina di Petro Poroshenko, che vorrebbe entrare a far parte dell'Unione europea.

Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk chiarisce però che "altre espulsioni non sono da escludere nei prossimi giorni e settimane".

La Russia ha sempre negato di avere un ruolo nell'avvelenamento di Sergej Skripal, offrendo la sua piena collaborazione nelle indagini. Finora, la richiesta di Mosca di analizzare campioni dell'agente tossico usato su Skripal e sua figlia è stata però rifiutata dalla Gran Bretagna.

© riproduzione riservata | online: | update: 26/03/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Skripal: USA e UE (tra cui l'Italia) espellono decine di diplomatici russi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI