le notizie che fanno testo, dal 2010

Apologia fascismo: reato dal Mein Kampf al "me ne frego". M5S contro

Il PD presenta una proposta di legge per introdurre il reato di propaganda del regime fascista, che in sostanza vieterà persino la vendita del Mein Kampf e l'uso di diversi motti d'annunziani. Il M5S bolla la norma come "liberticida".

Il Partito Democratico presenta una proposta di legge, a prima firma Emanuele Fiano, che punta ad introdurre nel codice penale (nuovo articolo 293 bis) il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista. La legge ad un solo articolo, che punta ad estendere le leggi "Scelba" e "Mancino", prevede che "chiunque propaganda le immagini o i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero delle relative ideologie, anche solo attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne richiama pubblicamente la simbologia o la gestualità è punito con la reclusione da sei mesi a due anni". Inoltre, la pena "è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici".

La legge è oggi approdata a Montecitorio, ed oltre alle destre trova l'opposizione anche del MoVimento 5 Stelle. Il deputato pentastellato Vittorio Ferraresi, relatore di minoranza del provvedimento, sottolinea infatti che "la norma riconduce nell'alveo del penalmente rilevante anche condotte meramente elogiative, o estemporanee, che, pur non essendo volte alla riorganizzazione del disciolto partito fascista, siano chiara espressione della retorica di tale regime, o di quello nazionalsocialista tedesco. - evidenziando infatti - In esse sono ricomprese, oltre alla gestualità, anche la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti immagini tipiche della simbologia fascista e nazifascista".

Da evidenziare che in base a tale legge, non sarebbe quindi più possibile la vendita, per esempio, nemmeno del Mein Kampf, un tempo libro di propaganda ma oggi saggio storico, la cui lettura dovrebbe anzi essere consigliata per capire il deviato pensiero politico di Adolf Hitler. Alla stessa maniera, rischiano di essere condannati anche coloro che, magari inconsapevolmente, usano motti d'annunziani come "me ne frego".

Non a caso, Alessandra Mussolini all'Adnkronos chiarisce: "Invece di pensare ai drammi del paese, vogliono introdurre una norma anacronistica, inutile e senza senso, - concludendo - vogliono cancellare la storia, una cose folle, da matti". "Se pur con intenti astrattamente condivisibili, - precisa quindi il 5 Stelle Ferraresi - si introduce una norma che contraddice la prevalente giurisprudenza, dando luogo a misure potenzialmente e sostanzialmente arbitrarie o liberticide, che mal si coordinano con la vigente normativa 'anti-fascista'". Il M5S sottolinea quindi che sarebbe stato più opportuno "aggiornare i contenuti delle leggi 'Scelba' e 'Mancino', invece che affiancarvi, nel codice penale, ulteriori fattispecie di reato che ne duplicano maldestramente i contenuti". Ferraresi ricorda quindi che ci sono state una serie di sentenze nelle quali è stato già chiarito che "non è la manifestazione esteriore (del fascismo, ndr) in quanto tale ad essere oggetto di incriminazione, bensì il suo venire in essere in condizioni di pubblicità tali da rappresentare un concreto tentativo di raccogliere adesioni ad un progetto di ricostituzione".
Il grillino fa notare quindi: "Non si può affermare, infatti, che colui che vende oggetti che si riferiscono al fascismo - o ad altri regimi dittatoriali seppur non considerati dalla XII disposizione transitoria della Costituzione - sia antidemocratico e che quindi stia facendo una pericolosa propaganda sovversiva".

Matteo Renzi non perde però l'occasione per banalizzare il dibattito parlamentare, alimentato anche dalla notizia (strumentale?) dello stabilimento balneare "fascista" di Chioggia, cinguettando su Twitter: "'Liberticida' era il fascismo non la legge sull'apologia di fascismo. Bisogna dirlo al M5S: era il fascismo liberticida. Almeno la storia!". Per il deputato PD Fiano "c'è oggi una sorta di benaltrismo, per cui si dice che i problemi sono la mancanza di lavoro, di pensione, di futuro. E allora perché occuparsi di vecchie cose. Ma è il contrario, - aggiunge - perché la crisi economica e la questione dei migranti sono il terreno di coltura per le idee neo fasciste e di estrema destra e razziste". Che purtroppo, però, non potranno essere cancellate con una legge perché a sempre più persone "vengono in mente pensieri che non condividono".

© riproduzione riservata | online: | update: 10/07/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Apologia fascismo: reato dal Mein Kampf al "me ne frego". M5S contro
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI