le notizie che fanno testo, dal 2010

Epatite C: rinegoziazione per farmaci non sia top secret, chiedono dal PD

Donata Lenzi e Margherita Miotto del Pd riflettono sul Piano di eradicazione dell'epatite C.

"Il ministro Beatrice Lorenzin, rispondendo ad una nostra interrogazione, ha assicurato che è in corso la rinegoziazione tra Aifa e case farmaceutiche per l'impiego dei nuovi farmaci contro l'epatite C. Siamo molto soddisfatte, visti i prezzi proibitivi che hanno indotto molti pazienti a recarsi all'estero per ottenere i medicinali prodotti in alcuni Paesi attorno ad un costo di 600 euro. Siamo anche preoccupate perché la rinegoziazione deve avvenire intorno a questo prezzo, mentre abbiamo letto sulla stampa cifre ben più elevate (7000 euro) che non avrebbero ragion d'essere", sostengono in una nota Donata Lenzi e Margherita Miotto, deputate del PD.

"Il Piano di eradicazione dell'epatite C, annunciato qualche giorno fa dal direttore di Aifa, Mario Melazzini, prevede di trattare circa 240mila persone in tre anni, grazie allo stanziamento totale di un miliardo e mezzo di euro deciso alla fine dello scorso anno dal Governo. - ricordano quindi le parlamentari - Con i nuovi criteri indicati dall'Agenzia, quasi tutti i malati, anche i tanti asintomatici potrebbero essere curati, mentre, in base al vecchio accordo, siglato con Gilead e altre aziende fornitrici dall'allora direttore di Aifa Luca Pani, è stato possibile trattare solo 65mila pazienti affetti da epatite C, scelti in base a condizioni di gravità, a un costo medio di circa 14mila euro a paziente - costo che aveva impedito l'allargamento della platea".

"Basti pensare che, se il costo per il primo paziente trattato si aggirava intorno a 40 mila euro, il cinquantamillesimo paziente è costato circa 3400 euro; i costi fissi sono così ampiamente ammortizzati e pertanto la base di trattativa più ragionevole secondo noi è di 3400 euro. - viene quindi chiarito - A tutt'oggi proseguono i negoziati con le aziende farmaceutiche per la determinazione del prezzo di acquisto a carico del SSN: noi crediamo che a questo punto di possa andare ad una gara aperta, senza nessuna secretazione, per garantire prezzi più convenienti e cure adeguate per i malati".

© riproduzione riservata | online: | update: 16/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Epatite C: rinegoziazione per farmaci non sia top secret, chiedono dal PD
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI