le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni 2018: si vota 4 marzo ma Gentiloni non dovrà dimettersi

Accordo trovato tra i partiti. Le elezioni 2018 si svolgeranno il 4 marzo ma Mattarella impone a Paolo gentiloni di non dimettersi per evitare il rischio di un "vuoto" politico se dalle urne non uscirà nessuna maggioranza.

Ormai sembra mancare solo l'ufficialità. Le prossime elezioni politiche si dovrebbero tenere, salvo imprevisti, domenica 4 marzo 2018. La data, dopo un accordo tra i partiti, è stata consegnata a Sergio Mattarella. Se confermata, le elezioni anticiperanno seppur di poco la scadenza naturale della legislatura. Spetterà quindi al Presidente della Repubblica sciogliere le Camere per il passaggio alle urne, ma Mattarella avrebbe imposto una condizione.
Paolo Gentiloni non dovrà dimettersi come cerimoniale vorrebbe perché, se dopo le elezioni, non si determinerà una maggioranza chiara per poter governare, sarà l'attuale premier a guidare la fase di transizione.

© riproduzione riservata | online: | update: 13/12/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Elezioni 2018: si vota 4 marzo ma Gentiloni non dovrà dimettersi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI