le notizie che fanno testo, dal 2010

Gli sci di Primo Levi: il documentario in prima tv, su Rai5

L'omaggio a Primo Levi nel trentennale della scomparsa, su Rai 5 domenica 9 aprile.

"Romanziere, poeta, saggista, ma anche chimico, appassionato di astronomia e della montagna, partigiano. La vita, le opere e il pensiero di Primo Levi non possono essere racchiuse nella sola definizione di 'testimone della Shoah', ma attingono a una grande molteplicità di esperienze e di saperi. Nel trentennale della scomparsa, Rai Cultura ricorda i tanti volti dello scrittore con il documentario in prima visione 'Gli sci di Primo Levi', in onda in anteprima domenica 9 aprile alle 19.40 e martedì 11 aprile alle 22.30 su Rai5" segnala in una nota la tv di Stato.

La Rai osserva dunque: "Seguendo un percorso tematico, il documentario - a cura di Bruna Bertani e diretto da Paola Toscano - racconta l'uomo e lo scrittore attraverso le testimonianze dirette di coloro che lo hanno conosciuto. Anna Bravo, Carlo Ginzburg, Alberto Cavaglion, Piero Bianucci, Giovanni Tesio, Renato Portesi, Liliana Segre, Walter Barberis, Ernesto Ferrero, Domenico Scarpa: ciascuno di loro, mescolando il discorso critico e analitico al ricordo commosso, analizza uno o più aspetti della complessa poliedricità dello scrittore e contribuisce a definire il peso storico, letterario e culturale del suo pensiero e delle sue opere."

"Fil rouge del documentario è il racconto di Ives Francisco - si descrive -, partigiano che ha condiviso il momento dell'arresto e della prigionia sulle montagne della Valle d'Aosta con Primo Levi, prima che venisse deportato. Il suo aneddoto su un paio di sci lasciati da Levi e usati poi da Ives per fuggire in Svizzera e per tornare dopo la guerra, ha dato il nome al lungometraggio. Per ciascuno dei temi affrontati, alle parole degli intervistati si alterna la voce dello stesso Levi, tratta da una selezione di materiali di teca che lo vede intervenire su argomenti come la memoria, la scrittura, il lavoro, le radici ebraiche, il suo carattere. A dare maggiore intensità al racconto, sono inseriti anche brani tratti dalle sue opere e una misurata scelta di immagini che evocano la Shoah."

"Chiude il racconto la poesia 'Le pratiche inevase', quasi un testamento spirituale di Levi, proposto mentre a video scorrono le immagini di intensi primi piani dello scrittore, fino al suo sguardo sereno che per un attimo ci inchioda, chiamando ciascuno di noi ad un muto dialogo con la coscienza. Il documentario, girato tra Bologna, Torino, Amay e Cogne in Val d'Aosta, Milano, Cuneo, è stato realizzato in collaborazione con l'Istituto Internazionale di Studi Primo Levi di Torino, depositario e custode di quanto pubblicato nel mondo su Primo Levi, nonché di tutte le edizioni internazionali della sua opera" viene specificato in conclusione.

© riproduzione riservata | online: | update: 07/04/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Gli sci di Primo Levi: il documentario in prima tv, su Rai5
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI