le notizie che fanno testo, dal 2010

Ddl concorrenza, energia: governo regala milioni di clienti ad Enel

Federconsumatori denuncia l'approvazione di un emendamento al ddl concorrenza che consegna quasi 23 milioni di clienti (quelli del mercato di maggior tutela) ad Enel.

"Pensavamo che, peggio di come era stato predisposto inizialmente, il passaggio forzato al mercato libero non potesse avvenire, ma ci sbagliavamo. La Commissione Industria al Senato, invece, ieri è riuscita a 'sorprenderci', approvando un emendamento al ddl concorrenza che di fatto consegna i 23 milioni di clienti del mercato di maggior tutela al maggiore operatore nel settore dell'Energia" fa sapere in un comunicato Federconsumatori.
L'associazione dei consumatori osserva dunque: "Al bando le aste, al bando anche il sistema transitorio per i clienti del mercato di maggior tutela: dal 2019 chi non avrà scelto personalmente una propria compagnia sarà assegnato d'ufficio a quella che in precedenza garantiva la fornitura per conto dell'Acquirente Unico."

"Così, l'85% dei 23 milioni di clienti che oggi aderiscono al mercato di maggior tutela (pari a 19,5 milioni) saranno affidati a Enel. Altro che spinta alla liberalizzazione… in questo modo si tornerà ad una situazione pressoché monopolistica. Non sbaglia Mucchetti a denunciare che l'emendamento è stato dettato dalla società via email. Sin dal primo momento in cui si è aperta la discussione sull'abbandono del mercato tutelato abbiamo affermato la stessa cosa. Ci dicevano che eravamo 'sospettosi', i fatti dimostrano che avevamo visto bene" si prosegue.
Si specifica quindi: "Le aziende, in particolare il maggior operatore, per di più, avranno un doppio guadagno: non solo percepiranno circa il 15-20% in più dai clienti (dal momento che le tariffe sul mercato libero sono più onerose), ma risparmieranno anche i circa 80 euro a cliente investiti per la pubblicità mirata a procacciare clienti."

"Non vi sarà più bisogno di spendere tali cifre se i clienti saranno 'regalati' dal governo. Riteniamo inaccettabile la scelta della Commissione Industria del Senato di lasciare i cittadini in preda a pratiche scorrette, ad abusi ed a vere e proprie truffe delle compagnie che operano sul mercato libero. Riteniamo ancora più inconcepibile se il governo dovesse porre la fiducia su un provvedimento così delicato e rilevante. Chiediamo, in tal senso, un ripensamento ed una assunzione di responsabilità da parte del Governo, affinché favorisca una discussione ed un confronto partecipato su questa norma controversa, che rischia di creare danni e disagi ai cittadini. Ai senatori chiediamo di avere un sussulto di lealtà e responsabilità verso il Paese, cancellando in Aula quanto è stato inopinatamente votato in Commissione" viene esposto infine.

© riproduzione riservata | online: | update: 28/07/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Ddl concorrenza, energia: governo regala milioni di clienti ad Enel
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI