le notizie che fanno testo, dal 2010

Bambini portano a processo governo Obama: fonti fossili vìolano libertà nuove generazioni

Una Corte federale americana ha accolto, tra lo stupore di molti, il ricorso di una Ong composta da bambini e adolescenti che hanno chiesto di processare il governo Obama e le società energetiche perché continuano a puntare sulle fonti fossili. Il processo non riguarderà i cambiamenti climatici ma la violazione dei diritti costituzionali alla vita e alla libertà delle nuove generazioni.

Un gruppo di bambini e adolescenti è riuscito a portare a processo il governo degli Stati Uniti considerato responsabile attraverso la sua politica dei cambiamenti climatici e del riscaldamento globale. Pochi giorni fa infatti il giudice distrettuale Ann Aiken ha riconosciuto il diritto alla Ong ambientalista "Our Children's Trust", composta da ragazzi dai 9 ai 20 anni, di fare causa al governo USA a causa dell'utilizzo delle fonti di energia fossili.

I giovanissimi ricorrenti contestano infatti che il governo Obama e le società energetiche continuano a puntare sulle fonti fossili come carbone, petrolio e gas mettendo a rischio la vita e la salute dei cittadini e delle generazioni future. Tra i timori dei ragazzi anche il fatto che Donald Trump, che ancora si deve insediare alla Casa Bianca, non sia convinto della veridicità delle tesi sui cambiamenti climatici.

Il giudice che ha accolto il ricorso dei ragazzi ha comunque precisato che durante il processo non si andrà a stabilire "se il cambiamento climatico sta realmente accadendo o se è l'attività umana a causarlo", tanto che la causa verterà sulla violazione dei diritti costituzionali alla vita e alla libertà.

Il giudice ha spiegato che "l'azione è di un genere differente rispetto al tipico caso ambientalista. Essa sostiene che le azioni o le non azioni dei convenuti, che violino o no qualsiasi specifico dovere di legge, abbiano così profondamente danneggiato il nostro pianeta da minacciare i diritti costituzionali fondamentali dei ricorrenti alla vita e alla libertà. - ammettendo - Troppo spesso le Corti federali sono state prudenti ed eccessivamente deferenti in ambito di diritto ambientale, e il mondo per questo ne ha sofferto".

La 13enne Jayden Foytlin è infatti sconcertata dal fatto che "il governo sembra preoccuparsi di più dei soldi generati dall'industria dei combustibili fossili che del nostro futuro" mentre il 16enne Xiuhtezcatl Martinez sottolinea: "La mia generazione sta riscrivendo la storia. Stiamo facendo quello che tante persone ci hanno detto che non eravamo in grado di fare: ritenere i nostri leader responsabili delle loro azioni disastrose e pericolose. Io e e gli altri querelanti chiediamo giustizia per la nostra generazione e giustizia per tutte le generazioni future. Questa sarà la prova della nostra vita".

© riproduzione riservata | online: | update: 17/11/2016
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Bambini portano a processo governo Obama: fonti fossili vìolano libertà nuove generazioni
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI