le notizie che fanno testo, dal 2010

Gilet gialli, si teme il golpe. Macron ancora non parla

Tensione alta per la quarta manifestazione dei gilet gialli. Dall'Eliseo avvertono che ormai il clima è "da colpo di Stato". Emmanuel Macron tace

"Temiamo che si saranno dei morti e dei feriti. Ci chiediamo quanti morti e feriti ci vorranno prima che Emmanuel Macron ascolti la collera del popolo..." dichiara Benjamin Cauchy, uno dei portavoce dei gilet gialli alla vigilia della quarta manifestazione di piazza che si terrà sabato 8 dicembre 2018 a Parigi. Il presidente francese però ha deciso che parlerà della situazione non prima della prossima settimana, per evitare di "gettare benzina sul fuoco" come annuncia il presidente dell'Assemblea nazionale, Richard Ferrand.

Ad alimentare la tensione, però, un video dove si vedono decine di studenti costretti dalla polizia a rimanere inginocchiati a terra, con la faccia rivolta contro un muro e le mani sulla testa. Ai gilet gialli che inizialmente protestavano per il rincaro dei carburanti si sono unite infatti diverse fasce di lavoratori. Gli studenti invece hanno occupato scuole e università, causando anche alcuni disordini. Commentando il video, Benoit Hamon, ex candidato socialista alle presidenziali e ora leader di Generation-S, dichiara: "Questa non è la Repubblica. La gioventù francese umiliata. Ma cosa cerca il potere se non la rabbia?".

Una fonte dell'Eliseo però ammette che il clima ormai è "da colpo di Stato". Il premier Edouard Philippe rassicura: "Ci sono gilet gialli che dicono di voler marciare sull'Eliseo, altri che minacciano di morte quelli che vogliono trattare con il governo. Ma la Repubblica è solida, le istituzioni sono forti". Non è escluso però che se le violenze dovessero continuare, ci sarà un rimpasto di governo.

© riproduzione riservata | online: | update: 07/12/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Gilet gialli, si teme il golpe. Macron ancora non parla
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI