le notizie che fanno testo, dal 2010

Call center: serve tavolo per evitare caporalato nel settore, dice Slc Cgil

La Slc Cgil commenta la mancata regolamentazione nel settore dei call center.

«In questi ultimi giorni è salito agli 'onori' delle cronache un call center a Taranto che applica condizioni che la Slc Cgil territoriale ha denunciato perché assimilabili al caporalato. Questa vicenda è l'ennesimo preoccupante segnale di allarme di un settore che ha bisogno di una svolta decisa», denuncia in una nota la Segreteria nazionale del sindacato.
«Serve maggiore vigilanza da parte delle istituzioni, maggiore trasparenza e certezza delle regole oltre che un impegno più deciso da parte di tutti i player del settore per invertire la tendenza derogatoria che causa dumping e concorrenza sleale, a partire dai committenti che attraverso la politica dei prezzi determinano in larga parte le scelte della filiera», si sottolinea.

«La Slc Cgil - si precisa infine - proseguirà il suo impegno per la regolamentazione del settore e auspica che il Tavolo di monitoraggio del Ministero dello Sviluppo Economico si attivi al più presto».

© riproduzione riservata | online: | update: 21/12/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Call center: serve tavolo per evitare caporalato nel settore, dice Slc Cgil
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI