le notizie che fanno testo, dal 2010

Alunno insulta professore, Fedeli: non ammettere a scrutinio finale

Il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli commenta gli ultimi episodi di bullismo a scuola, anche nei confronti dei professori (sempre più spesso insultati o minacciati). "Linea rigorosa nelle sanzioni fino ad anche la non ammissione allo scrutinio finale" si chiarisce dal MIUR.

"Minacce e offese a docenti da parte di studenti sono inaccettabili ed è necessaria una linea rigorosa nelle sanzioni. Chi infrange le regole, chi ricorre alla violenza verbale o fisica nei confronti di professoresse e professori va sanzionato secondo le norme vigenti, che prevedono la sospensione dalle lezioni per periodi di tempo diversi a seconda della gravità delle azioni compiute e, nei casi più gravi, anche la non ammissione allo scrutinio finale" chiarisce in una nota il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli, commentando gli ultimi episodi di bullismo a scuola, anche rivolto verso i professori.

"Di fronte a immagini come quelle che ci arrivano da Lucca o da Velletri bisogna reagire con fermezza. Applicando le norme esistenti anche nei confronti di chi riprende con smartphone e diffonde simili video per ironizzare e umiliare il proprio professore" chiarisce la Fedeli.

"Ripartire dal rispetto e dalla fondamentale importanza della figura dei docenti, mai minimizzare e anzi subito denunciare episodi di violenza verbale o fisica, linea rigorosa nelle sanzioni: ecco la strada da seguire affinché non si debba più assistere a immagini come quelle che ci sono giunte da Lucca e da Velletri" conclude quindi il ministro.

© riproduzione riservata | online: | update: 19/04/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Alunno insulta professore, Fedeli: non ammettere a scrutinio finale
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI