le notizie che fanno testo, dal 2010

Ucciso rinoceronte in uno zoo di Parigi. Nel 2016 sterminati 1.054 esemplari

Il WWF commenta l'uccisione di un rinoceronte in uno zoo alle porte di Parigi per impossessarsi del prezioso corno.

"Nessun luogo ormai è più sicuro per i rinoceronti che vengono addirittura uccisi in un'area teoricamente controllata come può essere uno Zoo" dichiara in una nota il WWF, commentando la notizia dell'uccisione di un esemplare di rinoceronte nello Zoo di Thoiry, alle porte di Parigi, cui è stato segato il prezioso corno.

"La guerra contro le specie protette è entrata persino nelle nostre città. - osserva quindi l'associazione ambientalista - Sapevamo che i corni venivano rubati nelle teche dei Musei, motivo per cui all'Italia è stata inviata dall'organismo CITES una richiesta per sostituire i corni veri con copie di resina o plastica. Sappiamo cosa accade ogni giorno in Africa, dove vengono uccisi in media 3 rinoceronti al giorno per rubare il prezioso corno e dove il traffico di natura alimenta persino i gruppi terroristici. Ora anche negli zoo c'è il rischio di veder scomparire i pochi esemplari rimasti".

"D'altronde - viene ricordato - il valore del corno di rinoceronte è altissimo: il WWF ricorda, oltre 66mila dollari al chilo, più dell'oro e del platino. Il valore di un solo corno può arrivare a 500mila dollari sul mercato asiatico. Viene utilizzato sia nella medicina tradizionale cinese ma è anche diventato uno status symbol in alcuni paesi di una nuova middle-class asiatica. Il mercato mondiale di corno di rinoceronte si aggira tra i 63 e i 192 milioni di dollari l'anno, un commercio illegale che rischia di portare all'estinzione entrambe le specie africane, il rinoceronte nero e quello bianco".

"E se in Europa bisognerà pensare a come mettere in sicurezza gli animali degli zoo, in Africa quella contro le specie protette è una vera e propria guerra che in assenza di una mobilitazione collettiva, che coinvolga decisori politici e società civile, rischia di essere persa. - viene chiarito - Il bracconaggio nel 2016 ha ucciso 1.054 rinoceronti nel solo Sud Africa. Uno degli ultimi casi più agghiaccianti è accaduto pochi giorni fa: 2 baby rinoceronti, che stavano per essere liberati, sono stati uccisi nel Parco sudafricano di Thula thula. I bracconieri non hanno risparmiato neppure i turisti che avevano assistito alla scena: una di loro, una giovane turista svedese, è stata addirittura stuprata davanti a tutti mentre le guardie hanno subito violenze e percosse".

"Infine, bisogna ricordare coloro che combatto questa guerra: i ranger che difendono le specie animali dall'aggressione dei bracconieri restano uccisi ogni anno a decine, in una vera e propria battaglia sul campo", viene sottolineato dal WWF.

© riproduzione riservata | online: | update: 08/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Ucciso rinoceronte in uno zoo di Parigi. Nel 2016 sterminati 1.054 esemplari
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI