le notizie che fanno testo, dal 2010

Boati in Lombardia: rotto muro del suono per manovra sospetta Air France

Perché due caccia italiani Eurofighter hanno rotto il muro del suono, provocando boati in Lombardia, tra Milano e Bergamo? All'origine, una manovra sospetta sopra Aosta da parte di un aereo di linea dell'Air France.

Grande la preoccupazione degli abitanti dopo che si sono uditi due grossi boati in Lombardia, tra Milano e Bergamo. Inizialmente, si è temuto un terremoto, ma poco dopo si è scoperto che i boati non provenivano dalla terra ma dal cielo.

Stando alle prime informazioni, un aereo civile francese ha compiuto una manovra strana e non autorizzata sopra la Valle d'Aosta e questo è bastato per mettere in allarme l'Aeronautica Italiana e costringere due jet italiani a rombere il muro del suono.

Sembra infatti che il volo AF671A della Air France, partito dall'Isola di Reunion (Oceano Indiano) e atterrato con un'ora di ritardo a Parigi, abbia per qualche minuto perso il contatto radio con la torre di controllo.

Invece di proseguire, i piloti dell'aereo avrebbero quindi deciso di rimanere sopra la Valle d'Aosta che stavano sorvolando come da programma, compiendo un giro sopra la Regione.

La manovra però non era autorizzata (per ovvi motivi se si era perso il contatto radio) e così dalla base di Istrana vicino a Treviso sono decollati due caccia italiani Eurofighter che, per raggiungere l'aereo di linea, hanno dovuto rompere il muro del suono.

Sembra che il piccolo incidente non abbia avuto ulteriori conseguenze, soprattutto per i passeggeri che non si dovrebbero essere accorti di niente.

© riproduzione riservata | online: | update: 22/03/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Boati in Lombardia: rotto muro del suono per manovra sospetta Air France
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI