le notizie che fanno testo, dal 2010

Nasce Europa a due velocità. Da Versailles alla presa della Bastiglia?

Germania, Francia Italia e Spagna sanciscono a Versailles la nascita dell'Europa a due velocità dove i Paesi membri potranno avere "ambizioni diverse con risposte diverse". Il rischio è che dopo la Brexit ci sia la presa della Bastiglia.

Germania, Francia Italia e Spagna scelgono emblematicamente Versailles per sancire la nascita dell'Europa a due velocità, anche se dopo questo vertice a 4 c'è chi invoca la presa della Bastiglia per far cadere le teste (in senso politico) di chi ancora una volta si arroga il diritto di decidere al posto dei cittadini.

Dopo la Brexit ed il rischio che alle prossime elezioni, a partire da quelle di Francia, primeggino i partiti euroscettici, i vertici dell'UE corrono ai ripari e dopo aver distrutto l'economia della maggioranza dei Paesi membri ora dichiarano che "bisogna avere il coraggio di accettare che alcuni Paesi possano andare avanti più rapidamente".

A sostenerlo fortemente è, neanche a dirlo, la cancelliera tedesca Angela Merkel, a cui però gli fa eco il premier italiano Paolo Gentiloni il quale afferma: "E' giusto e normale che i Paesi possano avere ambizioni diverse e che a queste ambizioni ci siano risposte diverse, mantenendo il progetto comune".

Quale sia l'ambizione dell'Italia, però, finora è poco chiaro visto che nel 2017 persino la Grecia stando alle proiezioni supererà (e di gran lunga) il nostro Paese in termini di prodotto interno lordo.

Ed infatti Gentiloni chiede "un'Europa sociale, che guardi alla crescita e agli investimenti. Un'Europa in cui chi rimane indietro non consideri l'UE come una fonte di difficoltà ma come una risposta alle proprie difficoltà".

Per il presidente francese Francois Hollande invece "non serve il protezionismo ma neanche l'eccessivo libero scambio" perché "non ci sarà nessuna soluzione se prevarrà la voglia di isolarsi". Sia Francia che Italia, inoltre, chiedono "un'Europa della difesa", vale a dire la creazione di un esercito comune.

"Vogliamo avanzare con più rapidità e la Spagna c'è", dichiara infine anche il presidente spagnolo Mariano Rajoy.

"Serve una responsabilità comune e questa responsabilità ci sarà nella dichiarazione di Roma", anticipa quindi la Merkel. Il vertice di Versailles precede infatti la commemorazione dei 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma e dalla nascita della Comunità economica europea, che successivamente con i Trattati di Maastricht diventerà l'attuale Unione europea.

"Il 25 marzo l'UE riparte dal suo popolo" assicura quindi Gentiloni. Il problema è che ad oggi la maggioranza del popolo non sembra davvero intenzionato a ripartire dall'UE.

© riproduzione riservata | online: | update: 07/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Nasce Europa a due velocità. Da Versailles alla presa della Bastiglia?
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI