le notizie che fanno testo, dal 2010

Sudan: annullata pena di morte per Noura Hussein, ma resta in carcere

Annullata la condanna a morte per impiccagione inflitta a Noura Hussein, giudicata colpevole di aver ucciso il marito che voleva stuprarla

Annullata la condanna a morte di Noura Hussein, la 19enne cittadina del Sudan giudicata colpevole di omicidio premeditato per aver ucciso Abdulrahman Mohamed Hammad, l'uomo che era stata costretta a sposare a 16 anni. Noura Hussein l'ha infatti accoltellato, per autodifesa, dopo un secondo tentativo di stupro.
Nel maggio scorso la giovane era stata arrestata, e su Change.org era stata lanciata una petizione rivolta al presidente del Sudan Omar Hasan Ahmad al-Bashir, affinché concedesse la grazia a Noura.
Il 26 giugno la corte d'appello di Omdurman ha commutato la pena di morte, per impiccagione, in cinque anni di carcere. Pur soddisfatta per l'annullamento dell'esecuzione capitale, Amnesty International sottolinea come resti comunque "il fatto che cinque anni per una vittima di un attacco brutale da parte del marito sono una condanna sproporzionata".
La condanna a morte inflitta a Noura Hussein in primo grado si era basata infatti su una legge del 1991 che non riconosce lo stupro coniugale.
"Le autorità sudanesi devono avviare un processo di riforma delle leggi sui matrimoni forzati e sullo stupro coniugale, in modo che in futuro non saranno le vittime a essere penalizzate e non vi saranno più casi come quello di Noura" conclude Seif Magango, vicedirettore di Amnesty International per l'Africa orientale, il Corno d'Africa e la regione dei Grandi laghi.

© riproduzione riservata | online: | update: 28/06/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Sudan: annullata pena di morte per Noura Hussein, ma resta in carcere
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI