le notizie che fanno testo, dal 2010

Stephen Hawking: intelligenza artificiale infetterà il mondo come un virus

Stephen Hawking torna a ribadire che nel giro di pochi anni l'intelligenza artificiale sostituirà completamente gli esseri umani, poiché in grado di replicarsi come un virus informatico.

L'incubo di Stephen Hawking è ricorrente. "Temo che l'intelligenza artificiale possa sostituire completamente gli esseri umani e diventare una nuova forma di vita anche capace di replicarsi" ribadisce l'astrofisico in una intervista a Wired.
Hawking ipotizza infatti: "Se le persone progettano i virus informatici, qualcuno prima o poi creerà un'intelligenza artificiale che migliorerà e si replichererà: questa sarà una nuova forma di vita destinata a superare gli esseri umani".

D'altronde, sottolinea sempre il geniale matematico, è anche vero che l'umanità ha ormai raggiunto "il punto di non ritorno" e quindi potrebbe autodistruggersi. Le tensioni attuali tra le varie superpotenze insegnano infatti che non è necessaria la rete neurale di supercomputer Skynet (alcuni ricercatori americani ci stanno già lavorando) per scatenare, davvero poco intelligentemente, un olocausto nucleare.

Per Hawking il problema principale però è che "la nostra Terra sta diventando troppo piccola visto che la popolazione globale sta aumentando ad un tasso allarmante". L'unica soluzione, per il 75enne britannico, è quindi di implementare il programma spaziale "al fine di colonizzare altri pianeti adatti per l'abitazione umana". Magari per continuare a ripetere gli stessi errori di sempre.

© riproduzione riservata | online: | update: 03/11/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Stephen Hawking: intelligenza artificiale infetterà il mondo come un virus
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI