le notizie che fanno testo, dal 2010

Mai più casi come Shalabayeva: serve riforma Interpol, dice Lo Giudice (PD)

Sergio Lo Giudice del PD sull'abuso del mandato di arresto internazionale per riportare in patria dissidenti politici.

"Il trenta dicembre scorso, insieme alle senatrici Monica Cirinnà, Erica D'Adda, Camilla Fabbri e al senatore Daniele Borioli ho inviato alla direzione dell'Interpol - l'organizzazione internazionale di polizia criminale - una lettera di denuncia degli abusi dei regimi autoritari che usano lo strumento del mandato di arresto internazionale per riportare in patria a forza i loro dissidenti politici. Anche l'Italia era caduta in questo meccanismo infernale quando, nel 2013, la dissidente Alma Shalabayeva era stata ingiustamente riconsegnata al Kazakistan dalle autorità italiane", ricorda in una nota il senatore del Partito Democratico Sergio Lo Giudice.

"Lione oggi risponde ribadendo l'impegno per una riforma dell'Interpol che comprenda la riorganizzazione e il rafforzamento dell'Ufficio per il controllo dei file, misura centrale per la difesa dei diritti politici di quei dissidenti cui vengono addossati capi d'accusa infamanti con lo scopo di riportarli sotto il controllo dei governi cui fanno legittimamente opposizione", assicura quindi il componente della Commissioni Diritti umani e Giustizia di Palazzo Madama.

"Il tema era stato posto dalla Open Dialog Foundation in Commissione diritti umani del Senato, alla presenza della stessa Shalabayeva, per fortuna oggi rientrata in Italia - precisa -. Ora è di fondamentale importanza che il prossimo Parlamento e il prossimo Governo, a partire dall'impegno ribadito oggi dall'Interpol, vigilino su una sua riforma che tenga nella stessa considerazione la sicurezza internazionale e il rispetto dei diritti umani".

© riproduzione riservata | online: | update: 23/01/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Mai più casi come Shalabayeva: serve riforma Interpol, dice Lo Giudice (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI