le notizie che fanno testo, dal 2010

Le strategie del terrore: "Tv Storia" su Rai Storia

Tv Storia: le strategie del terrore. In onda su Rai Storia il 23 febbraio 2018 alle 21 e 10.

"L'evoluzione del terrorismo, visto dalla parte delle vittime, di chi diventa obiettivo della follia omicida. Se ne parla a 'Tv Storia', il programma di Rai Cultura condotto da Massimo Bernardini in onda venerdì 23 febbraio alle 21.10 su Rai Storia Un percorso che parte dalla seconda metà dell'Ottocento quando re, capi di stato, primi ministri e grandi capitani d'industria diventano oggetto di attentati da parte di anarchici, nazionalisti, patrioti" illustra in una nota la tv di Stato.

Dalla Rai osservano in ultimo: "Nel corso del Novecento la svolta è negli anni Sessanta e Settanta, quando in Italia - accanto ad un terrorismo che continua a colpire i simboli dello Stato - vengono prese di mira anche le persone comuni. Piazza Fontana, il treno Italicus, la strage dell'aeroporto di Fiumicino, sono solo alcuni degli attentati che hanno colpito semplici cittadini, colpevoli solo di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Negli ultimi anni, poi, il terrorismo si è ulteriormente evoluto: oltre a colpire gli spazi della socialità, utilizza gli strumenti della vita quotidiana - camioncini, Tir, ambulanze - come micidiali strumenti di morte. Ospiti della puntata, Giovanni De Luna, storico del Novecento; Pietro Adamo, storico ed esperto dei movimenti anarchici; l'ambasciatore Giampiero Massolo, presidente dell'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale."

© riproduzione riservata | online: | update: 22/02/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Le strategie del terrore: "Tv Storia" su Rai Storia
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI