le notizie che fanno testo, dal 2010

La croce e La spada, il culto dei santi Patroni: Napoli (Rai Storia)

Il culto dei santi Patroni: Napoli. La croce e La spada, su Rai Storia il 19 febbraio 2018.

"L'Italia e i suoi Santi. La storia delle città italiana - viene scritto in un comunicato della Rai -, a partire dal Medioevo, sembra indissolubilmente legata al desiderio e a volte alla necessità di una protezione divina. E in questa devozione si scopre un'identità in grado di descrivere l'anima storica, sociale e civile del paese."

"E' il culto dei Santi Patroni, raccontato nella serie 'La croce e la spada' che Rai Cultura propone dal 19 febbraio su Rai Storia alle 22.10. Al centro di ogni episodio c'è anzitutto il territorio del santo insieme alla storia della comunità del suo patrocinio" prosegue la tv di Stato.

Si rivela: "Le devozioni hanno determinato l'identità architettonica e urbanistica di molti luoghi italiani e, molto spesso, la fondamentale reciprocità tra il ruolo e le caratteristiche del Patrono con le vicende storiche e l'economia locale."

Si comunica infine: "Primi protagonisti sono San Gennaro e Napoli. Tra il XV e il XVI secolo Napoli è uno dei più prestigiosi porti del Mediterraneo. Crogiolo di culture, luogo di straordinari incontri artistici, si trova al centro di alcune tra le vicende politiche più rilevanti del maturo Rinascimento italiano. Ma, tra il 1526 e il 1529 una terribile epidemia di peste sconvolge la città. È in questa occasione che Napoli si vota a san Gennaro."

© riproduzione riservata | online: | update: 16/02/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
argomenti correlati:
Rai Cultura Rai Storia
social foto
La croce e La spada, il culto dei santi Patroni: Napoli (Rai Storia)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI