le notizie che fanno testo, dal 2010

Palermo: Ursino legato e picchiato. Forza Nuova: nulla resterà impunito

Aggressione stile Anni di piombo a Palermo ai danni di Massimo Ursino, dirigente nazionale di Forza Nuova. All'uscita dal lavoro è stato accerchiato, legato e picchiato. Si indaga negli ambienti di sinistra. Diffuso un video dell'aggressione e una rivendicazione.

"Palermo, vile e grave aggressione al dirigente nazionale di FN Massimo Ursino. È il risultato della grave campagna di odio scatenato dalle forze e dalla stampa di regime contro il nostro movimento. Massima solidarietà al camerata aggredito, nulla resterà impunito!" assicura in un comunicato Forza Nuova.
Ursino è stato infatti sorpreso, accerchiato e legato alle sette di ieri sera a pochi metri dal suo negozio per tatuaggi, all'uscita dal lavoro. Il dirigente di Forza Nuova è stato barbaramente picchiato e lasciato in una pozza di sangue da un gruppo di sconosciuti. La prognosi è di venti giorni, per una frattura al naso e vari ematomi al volto e in tutto il corpo. La Digos avrebbe già cominciato a stringere il cerchio su alcune persone, investigando negli albienti dei centri sociali. Si cerca di dare

nome alle due voci che si sentono nel video girato da una ragazza del gruppo squadrista di via Dante, dove è avvenuta l'aggressione ai danni di Ursino. Nel video, inviato con una mail ad alcuni siti, si sentono le grida lancinanti di Ursino, mentre una ragazza divertita commenta: "Ma è uno scherzo, non è niente...". C'è anche una voce maschile che domanda: "Eri tu che mi cercavi. Dici che cercavi a me?". Non c'è una risposta da Ursino ma solo grida di dolore.
Dopo qualche ora è arrivata dalla medesima email anche una rivendicazione anonima: "Chi afferma che esista una 'minaccia fascista' a Palermo come in tutta la Sicilia, dovrà ricredersi. - si legge - Sul territorio palermitano esiste chi ripudia il fascismo e non ha timore di lottare per bloccarlo e schiacciarlo...".

Lo scontro tra Forza Nuova e una serie di sigle di sinistra era nell'aria, poiché queste ultime vorrebbero impedire il comizio del leader nazionale Roberto Fiore annunciato per sabato prossimo. Nessuno però immaginava una aggressione stile Anni di piombo, come da più parti è stata descritta la violenza. "Dopo una campagna d'odio seminata dal Gruppo Espresso e seguita da tutta la sinistra inclusa Liberi e Uguali, si scatena l'odio comunista contro Forza Nuova" denuncia quindi Fiore.

© riproduzione riservata | online: | update: 21/02/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Palermo: Ursino legato e picchiato. Forza Nuova: nulla resterà impunito
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI