le notizie che fanno testo, dal 2010

Sicurezza e immigrazione: bene regole certe, dice Lodolini (PD)

Emanuele Lodolini del PD commenta il pacchetto immigrazione e sicurezza vatato dal governo.

"Il nuovo corso che si è aperto nella delicata e complessa gestione dell'emergenza migranti da parte del Ministero dell'Interno va salutato con grande favore perché risponde alla domanda sia di accoglienza che di sicurezza, ma anche di umanità e di regole certe", dichiara in una nota Emanuele Lodolini, membro della Commissione Difesa della Camera, commentando il pacchetto immigrazione.

"Inoltre - prosegue il deputato del Partito Democratico - le misure sulla sicurezza contenute nel decreto legge sulla sicurezza urbana approvato dal governo va incontro al desiderio di legalità, di sicurezza urbana, di prevenzione nei confronti della criminalità e di tutela che consentiranno alle istituzioni locali di operare con sempre maggiore efficacia".

Per Lodolini, infatti, il Piano Minniti offre "maggiori garanzie sul piano del controllo delle città, supportando le istituzioni territoriali contro fenomeni odiosi come lo spaccio, lo sfruttamento della prostituzione, il commercio abusivo e l'occupazione illecita del suolo pubblico".

L'esponente dem sottolinea infatti che "regole certe e procedure definite non possono che favorire il lavoro di sindaci e amministratori che sono il primo riferimento dei cittadini sul territorio e fino ad oggi si sono spesso trovati ad operare in condizioni di precarietà ed incertezza".

In merito al pacchetto immigrazione, invece, il parlamentare è convinto che migliorerà "ulteriormente l'attività di intelligence e l'attività di controllo del territorio potremo fare ulteriori passi avanti. - spiegando - Oggi si rende necessaria l'approvazione di ulteriori strumenti di contrasto all'immigrazione irregolare sia per spegnere sul nascere derive razziste e omofobe, ma anche far sì che chi cerca di lucrare sull'indigenza di questi disperati abbia vita sempre più dura".

"Infine - conclude Lodolini - va sostenuto il lavoro di dialogo e confronto con la diplomazia europea per incentivare accordi con i paesi di origine dei migranti, come accaduto con la Libia, ma anche incrementato e velocizzato il processo di espulsione di coloro che non hanno diritto a rimanere In Italia. Senza severità sul rimpatrio di chi non ha diritto a rimanere non ci può essere accoglienza".

© riproduzione riservata | online: | update: 11/02/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Sicurezza e immigrazione: bene regole certe, dice Lodolini (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI