le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni 2018: M5S abolisce anche leggi che non esistono più, dicono dal PD

Silvia Fregolent e Michele Pelillo del PD replicano al leader del M5S Luigi Di Maio.

"La furia abolizionista del candidato alla presidenza del consiglio, Luigi Di Maio, non si ferma dinnanzi a nulla e pretende di cancellare anche ciò che non c'è più. Con lo stop a ben 400 leggi dello Stato, annuncia l'abolizione di spesometro, studi di settore e redditometro. Vorremmo dare un suggerimento al candidato pentastellato: si rilassi, faccia un respiro profondo e studi un pochino di più" dichiarano in una nota Silvia Fregolent, vicepresidente del Gruppo PD alla Camera, e Michele Pelillo, capogruppo dem in Commissione Finanze.

"Ad esempio, si legga il decreto 'Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili', pubblicato in Gazzetta il 2 dicembre 2016. Scoprirà che sono stati aboliti sia lo spesometro che gli studi di settore. Anche lo stesso redditometro di fatto non esiste più, sostituito da strumenti meno invasivi ma più utili in termini di lotta all'evasione, visto ad esempio il record dei 19 miliardi recuperati nel 2016. - sottolineano - Non vorremmo che le capriole su 'euro sì ed euro no' gli abbiano offuscato la memoria".

© riproduzione riservata | online: | update: 11/01/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Elezioni 2018: M5S abolisce anche leggi che non esistono più, dicono dal PD
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI