le notizie che fanno testo, dal 2010

Ddl LIS: verso pieno riconoscimento a scuola, dice Favero (PD)

Nicoletta Favero del PD sul prima via libera al ddl sulla lingua dei segni.

"Il Senato approva in prima lettura un disegno di legge molto atteso per agevolare l'apprendimento della Lingua italiana dei Segni (Lis), per la promozione dell'identità linguistica della comunità dei sordi, per garantire che le persone sorde o sordocieche, ed in particolare i minori, ricevano un'istruzione impartita nei linguaggi, nelle modalità e con i mezzi di comunicazione più adeguati per ciascuno, in ambienti adeguati, lasciando al contempo alle famiglie piena libertà di scelta. E' un testo frutto del lavoro parlamentare, svolto a partire da vari ddl, tra cui quello a mia prima firma" illustra in un comunicato Nicoletta Favero, senatrice del Partito Democratico.

"Il disegno di legge nasce a partire dalle buone pratiche di bilinguismo, come quella dell'istituto di Cossato (Biella), in cui dal 1994 dalla scuola dell'infanzia fino alla secondaria di primo grado, si forma un gruppo di alunni sordi che acquisisce la LIS come lingua naturale, insieme ad alunni udenti che impiegano la LIS come seconda lingua, con beneficio per entrambi i gruppi. - spiega in ultimo la parlamentare PD - Due sono i pilastri del ddl: il primo è la prevenzione, con la diagnosi precoce e lo screening neonatale per l'intervento tempestivo; il secondo è il pieno riconoscimento nella scuola della lingua dei segni nell'ottica del bilinguismo, senza l'obbligo per chi predilige l'approccio oralista, per garantire pieni diritti alle persone sorde e sordocieche".

© riproduzione riservata | online: | update: 05/10/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Ddl LIS: verso pieno riconoscimento a scuola, dice Favero (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI