le notizie che fanno testo, dal 2010

Decreto vaccini, Moige ribadisce: obbligatorietà è inaccettabile per i genitori

Il Moige ribadisce tutta la sua contrarietà al decreto vaccini, che impone l'obbligatorietà di 10 vaccinazioni pena sanzioni.

Nonostante l'approvazione di alcuni emendamenti (meno sanzioni e nessun richiamo alla perdita della patria potestà), il Moige continua a portare avanti la battaglia "per fermare il decreto ingiusto e incostituzionale del ministro Lorenzin che introduce la coercizione vaccinale ai bambini dagli 0 ai 6 anni"
«Permangono ancora i macigni dell'obbligatorietà e delle sanzioni nei confronti dei genitori che manifestano dubbi, perplessità e timori nei confronti della profilassi vaccinale. - chiarisce infatti Antonio Affinita, direttore generale del Movimento Italiano Genitori - Il principio coercitivo non garantisce una politica vaccinale efficace, alimenta tutte le paure dei genitori e dei nonni e, inoltre, mette in discussione anche un altro diritto fondamentale e costituzionalmente garantito, ossia il diritto allo studio».
«Per le famiglie in presidio è necessario e urgente procedere all'eliminazione della obbligatorietà e delle sanzioni e la contestuale sostituzione con il principio della 'forte raccomandazione' per un numero di vaccini stabilito dal Consiglio Superiore di Sanità. - chiarisce quindi il Moige - Infine, chiediamo che il Ministero della Salute si impegni a convocare una Conferenza Nazionale sulle vaccinazioni, aperta a tutto il mondo medico, mirante al confronto ed analisi della profilassi vaccinale al fine di verificare criticità ed opportunità di miglioramento».

© riproduzione riservata | online: | update: 14/07/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Decreto vaccini, Moige ribadisce: obbligatorietà è inaccettabile per i genitori
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI