le notizie che fanno testo, dal 2010

La botta di Michele Santoro in "Italia", con Roberto Saviano e Vauro

Ritorna Michele Santoro con un reportage sulle periferie romane, giovedì 15 dicembre Rai2.

"Michele Santoro e il suo 'Italia' tornano, giovedì 15 dicembre a partire dalle 21.10 su Rai2, con il reportage 'La botta' di Francesca Fagnani e Dina Lauricella. Protagonisti: Roberto Saviano, il giornalista Gad Lerner e padre Alex Zanotelli, con la partecipazione di Giulia Innocenzi, le 'incursioni' dal web e il ritorno di Vauro" comunicano dalla tv di Stato.

"La seconda tappa del viaggio di Italia si svolge tra le periferie romane di Ponte di Nona e Tor Bella Monaca, luoghi abbandonati dove si annida quella rabbia, frustrazione e rifiuto per le classi dirigenti che hanno portato in massa a votare 'No' al referendum (quasi il 70 per cento in questi quartieri)" prosegue la Rai.

Viene rivelato inoltre: "Una 'botta', come la 'botta' che arriva dopo il primo tiro di cocaina. Il tema del reportage è come le periferie romane stiano prendendo sempre più le sembianze di quelle napoletane, con piazze di spaccio a cielo aperto e il traffico di droga come unico welfare per un intera popolazione lasciata fuori da tutto, dal lavoro, dall'istruzione, dalla vita."

"Aumento delle disuguaglianze, ascensore sociale bloccato, paura per la perdita di identità moltiplicata dalla paura dell'immigrazione di massa: è dalle ferite di questa città nella città - comuni in gran parte alle ragioni della vittoria di Trump negli Stati Uniti - e dal 'ceto medio disagiato' che questo nuovo governo appena incaricato ripartirà?" si domanda infine.

© riproduzione riservata | online: | update: 14/12/2016
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
La botta di Michele Santoro in "Italia", con Roberto Saviano e Vauro
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI