le notizie che fanno testo, dal 2010

Migranti: con cittadini nei porti per respingere invasione, dice Gasparri

Maurizio Gasparri di Forza Italia commenta gli ultimi sbarchi di migranti in Italia.

"Continua l'orrore degli sbarchi in quantità. Questa mattina altri 1.000 arrivano con una nave norvegese di una sedicente Ong nel porto di Salerno. E' la dimostrazione dell'impotenza e dell'incapacità del governo Gentiloni che finge di emanare decreti sulla sicurezza ma in realtà mette il Paese in ginocchio" denuncia in una nota il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

"Comuni privi di soldi, disoccupati e giovani dovranno dare la precedenza agli immigrati. Del resto, il bilancio dello Stato prevede di destinare quest'anno 5 miliardi ai clandestini. Una vergogna intollerabile. - ricorda il parlamentare - Bisognerebbe andare con i cittadini nei porti per respingere noi stessi questa invasione".

"In Parlamento, poi, si giunga a rapida conclusione dell'indagine fatta dalla Commissione Difesa per assumere decisioni operative. Denunciando anche tutte quelle organizzazioni internazionali, a partire dall'ONU e dall'UNHCR, che voltano la faccia dall'altra parte e non muovono un dito. - prosegue l'esponente azzurro - A quanti speculano sulle morti purtroppo anche di bambini, ricordiamo che sono proprio coloro che alimentano il traffico di persone a essere i responsabili di questo massacro. Chi apre indiscriminatamente le porte dell'Italia dovrebbe essere processato anche per questa strage oltre che per concorso esterno alle organizzazioni criminali degli scafisti".

© riproduzione riservata | online: | update: 09/05/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Migranti: con cittadini nei porti per respingere invasione, dice Gasparri
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI