le notizie che fanno testo, dal 2010

Marco Carta in ospedale: "per il momento non posso più cantare"

Marco Carta conferma di stare poco bene. Posta una foto dall'ospedale e rivela che per il momento non potrà dedicarsi al suo amato lavoro

Sette giorni fa Marco Carta scherzava sui social postando una foto di lui sotto le lenzuola con accanto la scritta: "Son sicuro che qui non mi troveranno..". Il cantante sardo, infatti, è stato ospite del concerto a scopo benefico che si svolge annualmente ad Assisi. Dopo questa partecipazione, però, Marco Carta non aveva postato più niente preoccupando più di una fan. A buon ragione, a quanto pare.

Nella giornata di ieri l'ex vincitore di Amici e Sanremo pubblica infatti una foto del suo braccio con attaccata una flebo, dalla stanza di un ospedale. "La mia assenza sui social stava diventando più chiassosa del silenzio stesso ed era inutile negare, siete la mia famiglia e con voi condivido tutto, gioie e dolori" scrive il cantante. "La prima cosa che voglio dirvi per non allarmare nessuno è che sto bene" assicura quindi.

"Ho avuto un imprevisto e momentaneamente non potrò dedicarmi al mio amato lavoro. - rivela quindi Marco Carta - Mi ci vorrà un po' di tempo per rimettermi del tutto ma state tranquilli, non mollerò la presa e tornerò più carico di prima". "Non importa cosa ho avuto, lasciamo la morbosità fuori dalla finestra di questa stanza" aggiunge quindi. "Se volete farmi compagnia (in questo periodo di noia e bisogno) piuttosto postatemi qualche bella lettura da fare e qualche bravo artista nuovo da ascoltare" conclude quindi Marco Carta.

© riproduzione riservata | online: | update: 27/06/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Marco Carta in ospedale: "per il momento non posso più cantare"
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI