le notizie che fanno testo, dal 2010

Salario minimo, Di Maio insiste: per freelance salario minimo

Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio ribadisce che serve un salario minimo anche in Italia. Nel programma del M5S era previsto in 9 euro l'ora

Il ministro del Lavoro Luigi Di Maio ribadisce anche oggi che in Italia è necessario un salario minimo. Una retribuzione minima difatti è sempre stata alla base del reddito di cittadinanza, senza la quale tale misura non si reggerebbe neanche in piedi. Nella proposta di legge del MoVimento 5 Stelle si legge infatti che se si ha un lavoro sottopagato, ci sarà una integrazione del reddito. Il reddito di cittadinanza si trasforma quindi in un salario minimo, che i 5 Stelle prevedevano in almeno 9 euro l'ora.

Per far capire che sul tema fa sul serio, Di Maio ha incontrato immeditamente i riders. Per il ministro i fattorini in bicicletta "alla mercé di un'app" sono infatti il "simbolo di una generazione perduta e abbandonata, senza tutele e spesso senza contratto". "Dobbiamo trovare una soluzione" annuncia il leader pentastellato. E la soluzione sembra essere proprio quella di introdurre in Italia "un salario minimo garantito al di sotto del quale non puoi essere pagato" senza che sia "sfruttamento", chiarisce.
Concetto ribadito anche oggi davanti alla platea di Confcommercio. "Per tutta la generazione di lavoratori fuori dalla contrattazione nazionale" come i tanti e vari freelance "va garantito almeno un salario minimo".

© riproduzione riservata | online: | update: 07/06/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Salario minimo, Di Maio insiste: per freelance salario minimo
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI