le notizie che fanno testo, dal 2010

Di Maio: decreto dignità in Consiglio dei ministri stasera

Luigi Di Maio annuncia che il decreto dignità sarà sul tavolo del Cdm già questa sera. Al vaglio interventi sul contratto a tutele crescenti

Luigi Di Maio conferma che il decreto dignità tanto annunciato sarà presto approvato. Forse già stasera. Il vicepremier pentastellato, infatti, anticipa che il provvedimento sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri convocato nel tardo pomeriggio di oggi. "Non c'è solo il decreto dignità da discutere, ma anche altri temi" puntualizza poi il leader del MoVimento 5 Stelle. Di Maio conferma che il decreto dignità sarà "un primo passo in avanti" a favore dei lavoratori perché conterrà "interventi sul contratto a tempo determinato e a tutele crescenti" introdotto con il Jobs Act.

Il Sole24Ore ha stimato però che il decreto dignità potrebbe portare alla fine di novecentomila contratti a tempo determinato, ovvero un terzo dei 2,86 milioni di lavoratori a termine. Le norme al vaglio del Ministero del Lavoro, inoltre, potrebbero andare a impattare sui contratti in scadenza entro fine agosto.

Di Maio però assicura di sapere "benissimo che questo intervento non potrà prescindere dall'abbassamento del costo del lavoro", anticipando che il tema verrà discusso nella prossima legge di bilancio. "Il nostro obiettivo è abbassare il costo del lavoro per permettere alle persone di avere contratti con più tutele possibile e questo obiettivo richiede anche che le imprese devono smettere di spendere costi per la burocrazie per avere più risorse" conclude.

© riproduzione riservata | online: | update: 02/07/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Di Maio: decreto dignità in Consiglio dei ministri stasera
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI