le notizie che fanno testo, dal 2010

Decreto dignità: stop studi di settore e riforma del Jobs Act

Luigi Di Maio annuncia il decreto Dignità: dallo stop agli studi di settore al Jobs Act. Nella legge di bilancio il reddito di cittadinanza

"Il primo decreto che farò come ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico si chiamerà Decreto Dignità e servirà solo ed esclusivamente per ristabilire i diritti sociali dei cittadini" annuncia Luigi Di Maio.
"In questi anni, con la scusa dell'urgenza, sono stati fatti decreti per tutto e per il contrario di tutto. - sottolinea infatti - Fondamentalmente però sono sempre stati decreti che servivano per fare gli interessi dei partiti o dei loro amici". "Pensiamo ad esempio ai decreti banche che hanno salvato delle posizioni di rendita e hanno massacrato i risparmiatori. Il tempo in cui lo Stato si comportava in questo modo è finito" assicura quindi il leader del MoVimento 5 Stelle.

Di Maio anticipa che il decreto dignità si concentrerà su quattro punti fondamentali. "Per le imprese elimineremo lo spesometro, redditometro e studi di settore. - dichiara - L'era della martirizzazione degli imprenditori è finita. Ora gli imprenditori avranno lo Stato dalla loro parte".
Il secondo punto riguarda disincentivizzazione delle delocalizzazioni. "Chi prende fondi pubblici non può andare all'estero. - precisa il vicepremier - Se lo Stato ti dà una mano il lavoro lo devi creare in Italia e devi dare lavoro ben retribuito e tutelato ai lavoratori italiani".
Al terzo punto ci sarà invece la "lotta alla precarietà". "Il Jobs Act è andato nella direzione dell'eliminazione di diritti e tutele, noi faremo esattamente l'opposto" chiarisce.
Infine, il ministro del Lavoro annuncia uno "stop alla pubblicità del gioco d'azzardo" perché "la ludopatia è ormai una piaga che ha segnato profondamente migliaia di famiglie italiane e intendiamo sanarla in maniera risoluta". "Così come è vietata la pubblicità delle sigarette, sarà vietata quella del gioco d'azzardo. - assicura - Entrambi nuociono gravemente alla salute dei cittadini".

Luigi Di Maio anticipa inoltre che "nella legge di bilancio di quest'anno si dovrà avviare il fondo per il reddito di cittadinanza in modo da renderlo operativo il prima possibile". "Non è possibile che ci sia gente che non riesce a campare mentre c'è chi percepisce pensioni d'oro e vitalizi" denuncia.

© riproduzione riservata | online: | update: 15/06/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Decreto dignità: stop studi di settore e riforma del Jobs Act
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI