le notizie che fanno testo, dal 2010

Reddito di inclusione 2017: prima misura contro povertà, dice Garavini (PD)

Laura Garavini del PD sul reddito di inclusione.

"L'Italia diventa più giusta, più moderna e più europea. Grazie alla volontà politica del nostro governo (Renzi prima e Gentiloni oggi) termina un triste primato: quello di essere l'unico Paese europeo, insieme alla Grecia, a non prevedere un sussidio contro la povertà per i propri cittadini indigenti" afferma in una nota Laura Garavini, della Presidenza del PD alla Camera, commentando l'approvazione del reddito di inclusione.

"D'ora in avanti, infatti, esisterà il reddito di inclusione sociale: - spiega - un vero e proprio sussidio per persone che si trovano in difficoltà economica, indipendentemente dall'essere parte di una categoria specifica. Ogni cittadino, indipendentemente dall'essere anziano o disabile, potrà usufruire del reddito di inclusione in caso di povertà (anche se le risorse basteranno solo per circa 400mila famiglie, ndr). Per questo si parla di misura universale, perché vale per tutti, alla luce di determinate condizioni di indigenza".

"L'Italia, grazie all'azione riformatrice del PD, sta facendo passi da gigante in materia di contrasto alla povertà, riguadagnando anni di letargo normativo. - conclude - La legge, che si presume interesserà circa un milione e ottocento mila cittadini, costituisce uno storico tassello di questo percorso, fatto di nuovi diritti e tutele".

© riproduzione riservata | online: | update: 11/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Reddito di inclusione 2017: prima misura contro povertà, dice Garavini (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI