le notizie che fanno testo, dal 2010

Gessica Notaro svela prima foto dello sfregio dopo aggressione con acido

Gessica Notaro pubblica per la prima volta una foto che la ritrae con i segni visibili dello sfregio causato dall'acido gettato sul suo volto dall'ex fidanzato Eddy Tavares.

"11 Gennaio 2017. Esattamente un anno fa. Questo era il mio primo risveglio al Centro Grandi Ustionati dell'ospedale Bufalini di Cesena. Ero spaventatissima, ma nonostante ciò sono riusciti a strapparmi un sorriso.. grazie ai familiari e agli amici veri che mi hanno raggiunta immediatamente da ogni parte del mondo, ma soprattutto grazie a quella che in quei 2 mesi è diventata la mia nuova famiglia e che tutt'oggi mi è di grande supporto" scrive su Facebook Gessica Notaro, pubblicando una foto che la ritrae come mai vista prima: sul volto i visibili segni dello sfregio causato dall'acido gettato dall'ex fidanzato Eddy Tavares, condannato a 10 anni per lesioni gravi.

L'ex finalista di Miss Italia coglie quindi l'occasione per "ringraziare: Dott.Davide Melandri, Dott.Andrea Carboni, Dott.Roberto Neri, Dott.Gaiba e Dott.Ziosi, tutto lo staff delle infermiere meravigliose (soprattutto Giada e Greta che rimarranno per sempre nel mio cuore)...Ed infine i medici che ancora dopo 1 anno si prendono cura di me con grande disponibilità e costanza.... Dott. Luca Cappuccini (oculista) e Dott. Davide Brunelli (dermatologo).. - e ancora - Ah dimenticavo... “Santa donna” la mia fisioterapista Giulia Rocchi che mi dovra' sopportare tutti i giorni ancora per molto tempo".

"Grazie di cuore a tutti voi per avermi fatto vivere questa dolorosa esperienza in una maniera molto più accettabile. - conclude Gessica Notaro - Siete tutti quanti delle persone splendide. Avete migliorato la mia vita ed arricchito la mia anima. Grazie ancora. Vi voglio bene".

© riproduzione riservata | online: | update: 11/01/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Gessica Notaro svela prima foto dello sfregio dopo aggressione con acido
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI