le notizie che fanno testo, dal 2010

Decreto sicurezza: governo vuole gestire immobili proprietari, dicono da Fi

Lucio Malan e Mario Mauro di Forza Italia sul decreto sicurezza.

"Abbiamo proposto la soppressione dell'articolo del decreto che prevede l'intervento del Prefetto per lo sgombero degli immobili occupati abusivamente, operazione nella quale in precedenza erano coinvolti solo i Comuni e la magistratura. Si tratta, nella migliore delle ipotesi, di un ulteriore passaggio burocratico che si frappone fra il proprietario e il suo sacrosanto diritto a godere dei propri beni. Già oggi ci vogliono anni per ottenere uno sgombero. Con la nuova norma il prefetto potrà ritardare indefinitamente la restituzione dei beni al proprietario sulla base di un ambiguo 'pericolo di turbative'. In altre parole, se gli occupanti sono dei violenti e minacciano disordini, possono continuare tranquillamente a usare e magari subaffittare le case di chi se le è faticosamente guadagnate e che continua a pagarci esose tasse", informano i senatori di Forza Italia Lucio Malan e Mario Mauro, in merito al decreto sicurezza.

"Altrettanto inquietante la previsione secondo cui il Prefetto deve commisurare gli interventi alla capacità degli enti locali di assicurare assistenza agli aventi diritto. - sottolineano - Come dire che se i Comuni non hanno i soldi, a pagare saranno i proprietari degli immobili occupati. Si introduce insomma una logica pericolosa per cui lo Stato diventa il vero proprietario dell'immobile che può lasciare in mano agli occupanti sulla base di una arbitraria decisione del prefetto. Oggi lo si fa a beneficio degli occupanti, domani lo si farà per ospitare gli immigrati o chissà chi altro".

© riproduzione riservata | online: | update: 12/04/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Decreto sicurezza: governo vuole gestire immobili proprietari, dicono da Fi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI