le notizie che fanno testo, dal 2010

Vendite al dettaglio: "come dice Ocse servono riforme strutturali per crescita"

Federconsumatori commenta gli ultimi dati sulle vendite al dettaglio.

"L'Istat registra una lieve flessione delle vendite al dettaglio, che ad aprile segnano una contrazione del -0,1% rispetto a marzo. Sull'anno aumentano invece dell'1,2%. Un dato che rispecchia, ancora una volta, l'instabilità e l'incertezza dell'andamento economico del nostro Paese, peraltro rilevato dall'Ocse, che, nell'ultimo Economic outlook, afferma che 'la ripresa economica italiana continuerà ad essere moderata'" osserva in una nota Federconsumatori.

"Sempre l'Ocse invita l'Italia ad effettuare 'riforme strutturali'. Le stesse riforme che invochiamo da tempo, per rimettere in moto l'economia e la domanda interna. - aggiunge - Dai dati odierni appare chiaro, infatti, che ci troviamo in una situazione di stallo, che deve essere superata ripartendo dalla nota dolente che caratterizza il nostro andamento economico: la disoccupazione. Secondo le stime dell'Osservatorio nazionale Federconsumatori, se la disoccupazione tornasse a livelli pre-crisi (vale a dire a circa il 6%, livello ancora elevato a nostro avviso), il potere di acquisto della famiglie aumenterebbe di 40 miliardi di Euro l'anno. È evidente, quindi, che rilanciare l'occupazione e redistribuire i redditi è il primo passo per risollevare la domanda interna ed innescare un circolo virtuoso orientato allo sviluppo, che, attraverso una ripresa della domanda interna, porterà ulteriori benefici sul fronte della produzione e della stessa occupazione".

© riproduzione riservata | online: | update: 09/06/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Vendite al dettaglio: "come dice Ocse servono riforme strutturali per crescita"
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI