le notizie che fanno testo, dal 2010

Silvio Muccino: agli uomini violenti contro le donne auguro il peggio

Silvio Muccino posta su Facebook un lungo sfogo sugli uomini che per il "troppo amore" sono violenti contro le donne. "A quelle persone così sensibili auguro il peggio, cioè una vita priva di commiserazione, colma soltanto di lucida consapevolezza" scrive l'attore, da tempo ai ferri corti con il fratello Gabriele Muccino.

"Capita mentre leggi un articolo sull'ennesima aggressione nei confronti di una donna di imbatterti in due semplici parole che insieme formano la sinistra giustificazione di ogni violentatore: 'troppo amore'. Lo dicono i pedofili ai bambini. Lo dicono quelli che buttano l'acido in faccia alle donne che hanno perso. Lo dicono i genitori che s'impossessano della vita dei figli. Lo dice anche chi diffama, chi prevarica, chi violenta perché 'o con me o contro di me'. Lo dice chiunque giustifichi il sopruso attraverso il dolore dell'abbandono" riflette su Facebook Silvio Muccino, che qualche tempo fa ha confermato le accuse mosse dall'ex moglie di Gabriele, che ha accusato il regista di essere un violento.

"A volte dicono: 'è vero, ho sbagliato. Ma l'amavo troppo.' Come se il segno dello sfregio lasciato fosse nulla più di un rossetto sbafato. - aggiunge - In generale però lo dicono tutte quelle persone 'molto sensibili' per cui l'amore o il dolore a un certo punto diventa sempre troppo. E in quel troppo c'è un implicita richiesta di perdono, anzi di assoluzione. Perché chi lo dice si è già assolto da solo".

"Ma quel rossetto nero che sbafa sulla vita di qualcun altro crea una macchia indelebile. E lascia uno strascico di vergogna, di rabbia. Di impotenza. Mentre chi violenta continua a girare per strada con una pelle lucida e tesa. - aggiunge l'attore - A quelle persone così sensibili auguro il peggio, cioè una vita priva di commiserazione, colma soltanto di lucida consapevolezza: uno specchio impietoso che gli rimandi la loro reale immagine infinitamente più mostruosa dello sfregio che hanno inferto".

"Scusate la vomitata di rabbia e di parole. - conclude Silvio Muccino - Quello che voglio dire lo lascio dire a Leonard Cohen. Lui lo ha sempre fatto meglio di chiunque altro. Sicuramente meglio di me. 'Il vero amore non lascia tracce. Come la bruma non lascia sfregi sul verde cupo della collina. Così il mio corpo non lascia sfregi. Su di te. E non lo farà mai'".

© riproduzione riservata | online: | update: 04/05/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Silvio Muccino: agli uomini violenti contro le donne auguro il peggio
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI