le notizie che fanno testo, dal 2010

Trump: mai detto quando attaccherò la Siria. Ma ha detto che lo farà

Dopo aver minacciato la Russia dell'arrivo di missili intelligenti, Donald Trump fa un passo indietro e precisa: "Non ho mai detto quando un attacco alla Siria sarebbe avvenuto". Anticipando però che presto o tardi avverrà.

Circa 24 ore dopo aver annunciato su Twitter "preparati Russia, perché arriveranno, missili belli e nuovi e intelligenti", il presidente americano Donald Trump ci ripensa, o almeno è quello che sembra.
Probabilmente qualcuno alla Casa Bianca avrà fatto notare a Trump che se le minacce via social erano tollerate contro Kim Jong-un quelle contro Vladimir Putin potevano invece scatenare anche la Terza Guerra Mondiale.
Accortosi dell'errore strategico, Trump ha quindi precisato oggi sempre in un tweet: "Non ho mai detto quando un attacco alla Siria sarebbe avvenuto. Potrebbe essere molto presto o non così presto".
A voler essere pignoli, però, Trump sembra comunque anticipare che gli USA presto o tardi attaccheranno comunque il regime di Bashar al-Assad.
Per fortuna, la Russia sottolinea di non "interessarsi alla diplomazia su Twitter". "Sosteniamo approcci seri e continuiamo a credere che sia importante non prendere provvedimenti che potrebbero danneggiare una situazione già fragile", chiarisce quindi il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

© riproduzione riservata | online: | update: 12/04/2018
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Trump: mai detto quando attaccherò la Siria. Ma ha detto che lo farà
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI