le notizie che fanno testo, dal 2010

Istat: in Italia 21% donne ha subito violenze. Quadro desolante, dice Bargero (PD)

Cristina Bargero del PD commenta i dati Istat sulle violenze che subiscono le donne in Italia.

"Oggi l'Istat ci offre un quadro desolante, sintomo dell'arretratezza culturale del nostro paese: il 21 per cento delle donne, oltre 4,5 milioni, ha subito nel corso della propria vita violenze sessuali degradanti e umilianti, rapporti non desiderati, e sugli oltre 4 milioni, un milione e 157 mila ha subito abusi o molestie fisiche sessuali gravi come stupri (653mila) o tentati stupri (746mila). Il 20,2 per cento delle donne tra i 16 e i 70 anni, 4,3 milioni, è stata vittima di violenza fisica, minacce, schiaffi, pugni, calci, che nell'1,5 per cento, ha portato a danni seri e permanenti, per strangolamento, ustione, soffocamento. E il 40,4 per cento delle donne, oltre 8,3 milioni di donne, è stata vittima di violenza psicologica", riassume in una nota Cristina Bargero, deputata del PD.

"Violenza fisica e psicologica sono le due facce di una stessa medaglia che rivela come in Italia il rispetto della donna come persona sia ancora difficile da raggiungere. - sottolinea - Ed i numerosi episodi di sessismo altro non sono che il segnale della diffusione di questo fenomeno allarmante, spesso sottovalutato".
"Solo con un'azione che parta dall'educazione fin dalla più tenera età e con una stigmatizzazione sempre più forte di ogni fenomeno di violenza e sessismo potremmo finalmente essere un paese civile", conclude la paarlamentare dem.

© riproduzione riservata | online: | update: 28/03/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Istat: in Italia 21% donne ha subito violenze. Quadro desolante, dice Bargero (PD)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI