le notizie che fanno testo, dal 2010

Commissione europea: da navi da guerra a droni. Al via piano investimenti per esercito UE

La Commissione europea mercoledì 30 novembre annuncerà forti investimenti su sicurezza informatica, navi da guerra e tecnologie per i droni. Bruxelles sembra così voler spingere sull'acceleratore per costruire l'Unione europea della difesa e l'esercito europeo, che costerà ad ogni Paese membro almeno il 2% del PIL.

Bruxelles sembra voler dare una accelerata all'Unione europea della difesa, auspicata anche dal Parlamento europeo in una recente risoluzione. Nella giornata di mercoledì 30 novembre, infatti, la Commissione europea annuncerà forti investimenti per avviare un piano di difesa comune per gli Stati membri. Ad anticiparlo è il Financial Times, spiegando che gli investimenti riguarderanno la sicurezza informatica, navi da guerra e tecnologie per i droni. Tutto il necessario, quindi, per la nascita di una vero e proprio esercito europeo.

Ovviamente, saranno gli Stati membri a finanziare questo nuovo esercito. In base alla risoluzione del Parlamento UE, ogni Nazione dovrebbe dedicare a tale scopo il 2% del proprio PIL, ma sarà la Commissione europea a definire i dettagli per la creazione del Fondo europeo di difesa. Non è chiaro se questi soldi andranno ad aggiungersi a quelli che ogni Paese alleato versa alla NATO, pari sempre al 2% di PIL, e al mantenimento dei rispettivi eserciti nazionali. Da sottolineare, inoltre, che già oggi l'Europa ha la seconda più grande spesa militare al mondo, anche se la Commissione europea stima che la mancanza di coordinamento costa tra i 25 ed i 100 miliardi di euro l'anno.

Già a settembre il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker aveva evidenziato la cessità di creare un fondo comune perché, spiegò, "se la difesa europea deve essere forte, l'industria della difesa europea ha bisogno di innovare". Il fondo, specificò Juncker, sarebbe servito per aumentare le "capacità di terra, aria, mare e spaziali" dell'Unione europea.
Ed infatti, il piano che la Commissione europea dovrebbe annunciare mercoledì prevede anche un incremento dei programmi spaziali dell'UE per motivi di sicurezza e di difesa.

A premere per arrivare al più presto ad un esercito europeo sono in particolare Francia, Germania, Spagna ed Italia anche se, almeno nel nostro Paese, nessuno finora ha chiesto l'opinione dei cittadini al riguardo.

Aggiornamento: Come anticipato ieri, oggi 30 novembre la Commissione europea ha presentato il Piano d'azione europeo in materia di difesa che propone un fondo europeo per la difesa (al link il comunicato stampa).

© riproduzione riservata | online: | update: 30/11/2016
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Commissione europea: da navi da guerra a droni. Al via piano investimenti per esercito UE
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI