le notizie che fanno testo, dal 2010

Pompei: dopo parole Osanna contro sindacati arriva esposto in Procura

Il Codacons presenta un esposto in Procura dopo l'intervista del direttore generale della soprintendenza di Pompei Massimo Osanna.

"Le dichiarazioni rilasciate al Corriere della Sera da Massimo Osanna, direttore generale della soprintendenza di Pompei, finiscono sul tavolo della Procura della Repubblica di Napoli" annuncia in una nota il Codacons, che ha presentato un esposto chiedendo che sia aperta una indagine per fare luce sui presunti ricatti e vendette da parte di due single sindacali.

"Se quanto dichiarato dal Direttore della soprintendenza corrisponde a verità, ci troveremmo di fronte ad una situazione gravissima con ripercussioni dirette sugli utenti - spiega l'associazione dei consumatori - La convocazione di scioperi e assemblee determina infatti la chiusura del sito archeologico, spesso in modo improvviso e senza alcun avviso preventivo ai cittadini, con immenso danno per turisti e utenti che pagherebbero il prezzo di guerre sindacali che nulla hanno a che vedere con Pompei".

Il Codaconsha quindi presentato un esposto alla Procura di Napoli in cui si chiede "di predisporre tutti i controlli necessari per accertare e verificare se quanto riportato nell'articolo del 'Corriere della Sera' corrisponda alla realtà poiché, in caso affermativo, saremmo di fronte all'ennesimo grave danno di immagine che colpisce uno dei più apprezzati patrimoni culturali del paese con una ricaduta negativa per la valorizzazione del sito archeologico e dell'economia locale e il possibile sorgere di responsabilità e fattispecie penalmente rilevanti ritenendosi necessario, opportuno e doveroso che la Procura aditi accerti, alla luce delle dichiarazioni di Massimo Osanna, se le sigle sindacali autonome, invece di tutelare gli interessi dei propri iscritti e dei cittadini, non promuovano azioni per solo scopo politico e ritorsivo con il possibile configurarsi dei reati quali art. 331 c.p.; art. 340 c.p. nonché quella di violenza privata ex art. 610 c.p. concorso in tutti i reati e ogni fattispecie criminosa che venisse individuata dalla S.V ed in caso affermativo procedendo con l'esercizio dell'azione penale".

© riproduzione riservata | online: | update: 01/02/2017
• DALLA PRIMAPAGINA:
• POTREBBE INTERESSARTI:
• LE ALTRE NOTIZIE:
social foto
Pompei: dopo parole Osanna contro sindacati arriva esposto in Procura
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI